Accesso civico

In questa sezione pubblichiamo i modelli di istanza delle due forme di accesso civico previste dall'articolo 5 del D. lgs. 33/2013, nonché le relative modalità di esercizio del diritto disciplinate dalla stessa norma e dalle linee guida dell'Anac.

 

Modalità di esercizio dell'accesso civico semplice (art. 5 co. 1)

Il Responsabile per la trasparenza e la prevenzione della corruzione del Comune di Bari è il dott. Nicola D'Onchia, nominato con decreto n. 117/2016 del 12/12/2016, a cui vanno inviate le istanze di accesso civico semplice, che riguarda i dati soggetti ad obbligo di pubblicazione ai sensi del decreto,, indirizzandole a accessocivico@comune.bari.it

Nella domanda di accesso civico - di cui si rende disponibile il fac-simile di domanda e l'allegato, col quale l'atto o il documento non pubblicato dovrà essere individuato tra quelli già indicati, compilando l'apposito campo - il richiedente dovrà specificare il proprio nome, cognome, e l'indirizzo e-mail al quale desidera ricevere le comunicazioni.
Se il documento, l'informazione o i dati richiesti risultassero già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, il Responsabile della Trasparenza indicherà al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.
Nei casi in cui il Responsabile della trasparenza accerti la mancata pubblicazione del documento o dei dati disporrà che il dirigente responsabile provveda, secondo quanto previsto dal Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza, a far pubblicare sul sito il documento omesso entro trenta giorni, comunicando al richiedente il collegamento ipertestuale per individuarlo.

 

Modalità di esercizio dell'accesso civico generalizzato (art. 5 co. 2)

Il nuovo istituto dell'accesso civico generalizzato (cd. FOIA) introdotto dal d. lgs. 97/2016 prevede il diritto da parte di chiunque di accedere a dati, documenti e informazioni detenuti dalle pp.aa., ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del decreto 33/2013, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti. Per dati, documenti o informazioni detenuti dal Comune di Bari il cittadino può inoltrare istanza di accesso civico utilizzando il modulo allegato.
La richiesta può essere inviata alternativamente:
1) alla Ripartizione o Settore comunale competente, che detiene i dati, le informazioni o i documenti;
2) all'ufficio relazioni con il pubblico (mail urp@comune.bari.it), che inoltra immediatamente la richiesta all'ufficio detentore/competente;
3) direttamente all'archivio generale, se da pec (archiviogenerale.comunebari@pec.rupar.puglia.it), che inoltra immediatamente la richiesta all'ufficio detentore/competente .
Il procedimento di accesso civico deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell'istanza con la comunicazione al richiedente e agli eventuali controinteressati. In caso di accoglimento, l'amministrazione provvede a trasmettere tempestivamente al richiedente i dati o i documenti richiesti. Nei casi di diniego totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta entro il termine di trenta giorni, il richiedente può presentare richiesta di riesame al RPCT n.donchia@comune.bari.it, che decide con provvedimento motivato, entro il termine di venti giorni.
Gli uffici comunali osservano in merito le indicazioni contenute nelle linee guida adottate dall'Anac con delibera n. 1309 del 28/12/2016.

Data ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2020