Servizi

Ultime notizie

 Posizionate dieci fioriere in strada Annunziata
  19 ottobre 2020
Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha effettuato un sopralluogo in Strada Annunziata, a Bari vecchia, dove, come promesso ai residenti, al termine dei lavori di rifacimento della rete di fognatura bianca, di fognatura nera e della rete idrica sono state sistemate delle fioriere.
 “Colibrì - la rete delle biblioteche di Bari”: questa mattina l’inaugurazione dello spazio dedicato agli adolescenti della città nella Biblioteca dei Ragazzi[e] dell’assessorato al Welfare
  16 ottobre 2020
Nell’ambito del progetto “COLIBRì - La rete delle biblioteche di Bari”, finanziato dall’avviso regionale Community Library per la qualificazione e il rafforzamento dei sistemi bibliotecari pugliesi, è stato inaugurato questa mattina lo spazio dedicato agli adolescenti e alle adolescenti all’interno della Biblioteca dei Ragazzi[e] dell’assessorato comunale al Welfare, nel parco 2 Giugno.
 Approvato il progetto per l’estensione della rete cittadina di videosorveglianza con l’installazione di 60 dispositivi negli spazi pubblici riqualificati di recente
  15 ottobre 2020
Su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, la giunta ha approvato oggi il progetto preliminare dei lavori di ampliamento ed estensione dell’impianto di videosorveglianza cittadina nell’ambito del “Patto per la sicurezza urbana e per la promozione e l’attuazione di un sistema di sicurezza partecipata e integrata”, sottoscritto a novembre dello scorso anno dall’amministrazione comunale con la Regione Puglia e la Prefettura di Bari, per un importo di 500mila euro.
 Quasi completati i lavori di riqualificazione di piazza Diaz a Ceglie del Campo
  12 ottobre 2020

Questa mattina il sindaco Antonio Decaro, accompagnato dall’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso e la presidente del Municipio IV Grazia Albergo, ha effettuato un sopralluogo in piazza Diaz, a Ceglie del Campo, dove sono stati quasi completati i lavori di riqualificazione dopo la lunga pausa dovuta sia al ritrovamento di reperti nel corso degli scavi (due cisterne risalenti all’inizio dell’800 sottostante la pavimentazione della piazza e diverse sepolture a fossa, databili tra il V e il III sec. a.C., nel perimetro del giardino), sia a conseguenti modifiche progettuali e varianti correlate agli stessi ritrovamenti.