Indietro

RILASCIO PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA

RILASCIO PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA
La concessione del permesso di costruire in sanatoria viene rilasciata per la regolarizzazione di opere abusive o a seguito di autodenuncia da parte della persona interessata o dopo l’accertamento da parte dei Vigili Tecnici comunali.

La persona interessata deve inoltrare un’istanza in bollo allo Sportello Unico per l’Edilizia della Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Bari.
I moduli sono scaricabili presso la sezione “Casa Edilizia e Territorio” del sito del
Comune o in distribuzione presso la Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata, o presso l’Ufficio Relazioni con il Cittadino.
Se gli abusi riguardano opere relative ad impianti tecnici, il richiedente deve consegnare all’Ufficio Energia e Sicurezza due copie dei progetti degli impianti secondo, quanto previsto dalla legge n. 10/91 e legge n. 46/90.
La persona interessata deve affidare la redazione di tali progetti ad un professionista (ingegnere, perito edile) iscritto all’albo di categoria.
Il modulo per la trasmissione dei progetti è disponibile presso gli Uffici della Ripartizione Urbanistica e presso l’Ufficio Relazioni con il Cittadino. Una copia protocollata dei progetti viene rilasciata insieme all’attestazione di avvenuto deposito da consegnare alla Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata.
Lo Sportello Unico per l’Edilizia esamina la documentazione e, se esprime parere favorevole, comunica al cittadino le sanzioni edilizie che dovrà corrispondere.
Il rilascio della concessione è vincolata alla garanzia che non vengano lesi i diritti dei terzi.
In caso di parere sfavorevole, la persona interessata riceverà una comunicazione scritta contenente la motivazione.
A seconda dei casi specifici, potrebbe essere previsto anche il pagamento di oneri concessori o di sanzioni amministrative.

 

DOCUMENTI DA ALLEGARE:


Per la Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata:

  • Grafici illustrativi;
  • Relazione tecnica del professionista esecutore dei grafici;
  • Eventuale nulla osta per vincoli paesaggistici.


Potrebbero essere necessari ulteriori documenti tecnici a seconda del caso specifico (rivolgersi in Ripartizione).

 


Per la Ripartizione Edilizia Pubblica:

  • n. 2 copie dei progetti degli impianti tecnici.
  • n. 2marche da bollo da € 16 ciascuna, di cui una sull’istanza ed una sulla concessione
  • diritti di segreteria i cui importi variano a seconda dell’abuso commesso: rivolgersi presso la Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata. L’importo deve essere versato sul conto corrente postale n. 18298703 intestato al Comune di Bari.
  • oneri concessori o sanzioni amministrative a seconda del tipo di intervento da sanare (rivolgersi presso la Ripartizione), ovvero compilare ilmodulo di autocalcolo scaricabile presso la sezione “Casa Edilizia e Territorio” del sito del Comune.
90 giorni dalla data di consegna dell’istanza.