Indietro

OCCUPAZIONE TEMPORANEA DI SUOLO PUBBLICO DA PARTE DI BAR PIZZERIE ECC

OCCUPAZIONE TEMPORANEA DI SUOLO PUBBLICO DA PARTE DI BAR, PIZZERIE, ECC.

Chiunque sia interessato ad occupare temporaneamente il suolo pubblico

  • per l'allestimento di dehors antistanti esercizi commerciali e pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie...) con sedie, tavolini, fioriere, ombrelloni, ecc
  • per l'installazione di bancarelle
  • per il posizionamento di negozi mobili

 deve chiedere la concessione del suolo pubblico alla Circoscrizione nel cui ambito territoriale è situato il suolo da occupare.

Per quanto riguarda, invece, l'occupazione di aree classificate come "Demanio marittimo" la competenza è della Ripartizione Sviluppo Economico.

Per le occupazioni temporanee in prossimità dello Stadio in occasione di manifestazioni sportive e di pubblico spettacolo, la richiesta deve essere presentata alla Ripartizione Sviluppo Economico.

La persona interessata deve presentare alla Circoscrizione competente per territorio un'istanza di concessione di suolo pubblico (in bollo da € 16) da compilare esclusivamente sull'apposito modulo.

Le Circoscrizioni Comunali rilasceranno il provvedimento finale di competenza previo parere della Commissione Arredo Urbano fatto salvo il rispetto delle ulteriori norme per l'esercizio dell'attività.

Il provvedimento di concessione di suolo pubblico è trasmesso dalla Circoscrizione al richiedente, alla Polizia Municipale, alla Ripartizione tributi, alla Ripartizione ragioneria ed al concessionario per la riscossione per il pagamento della  TOSAP e TARSUG se ed in quanto dovuta.

Al richiedente sarà consegnata la concessione di suolo pubblico con allegata una copia degli elaborati grafici vidimati, che andrà custodita dalla persona interessata ed esibita in caso di controllo da parte dei funzionari preposti.

DOCUMENTI DA ALLEGARE

L'istanza di autorizzazione deve essere indirizzata alle Circoscrizioni firmata dal titolare dell'attività commerciale e deve essere corredata dai seguenti allegati in quattro copie e predisposti da tecnico abilitato:

  • Relazione tecnico-descrittiva, firmata da un tecnico abilitato, idonea a consentire la verifica delle disposizioni del presente regolamento;
  • Stralcio aereofotogrammetrico in scala 1:2000 con l'esatta individuazione dell'area d'intervento;
  • Planimetria di rilievo dello stato dei luoghi, in scala 1:100/1:50, firmata da un tecnico abilitato, per la rappresentazione dello stato di fatto con l'indicazione delle quote plano volumetriche dei piani di calpestio, dei percorsi pedonali e carrabili, dei chiusini e caditoie, ecc.) con l'indicazione dell'area interessata;
  • Planimetria di progetto, quotata in scala 1:100/1:50, firmata da un tecnico abilitato, l'indicazione dell'area interessata (mediante tratteggio o retino non coprente) e la disposizione degli elementi di arredo urbano con le relative dimensioni;
  • Idonea documentazione fotografica a colori che documenti dettagliatamente lo stato dei luoghi (prospetti e sito) con allegata planimetria riportante i punti di vista fotografici;
  • Documentazione descrittiva, grafica o fotografica a colori, delle tipologie degli elementi di arredo;
  • Dichiarazione a firma di un tecnico abilitato in ordine alla sicurezza per la pubblica e privata incolumità degli elementi di arredo urbano da installare;
  • Eventuale consenso scritto di terzi per l'occupazione dell'area antistante altra proprietà;
  • parere della ASL-SIAN nelle ipotesi di cui all'art. 34 comma

Gli elaborati grafici dovranno essere redatti su formato A4 o A3.

Le tipologie di elementi di arredo urbano ammessi sono visionabili all'interno dell'allegato E del Regolamento unico per le occupazioni di suolo pubblico

  • 1 marca da bollo da € 16 da apporre sulla richiesta
  • 1 marca da bollo da € 16 per l'atto di concessione
  • Cauzione infruttifera se dovuta
  • Tassa per l'occupazione di suolo pubblico
15 giorni