Indietro

CAMBIO DI RESIDENZA (con provenienza da altro comune o stato estero) e CAMBIO DI ABITAZIONE (Bari su Bari)

CAMBIO DI RESIDENZA (con provenienza da altro comune o stato estero) e CAMBIO DI ABITAZIONE (Bari su Bari)
Il cittadino che trasferisce la propria dimora abituale nel Comune di Bari, provenendo da altro comune o dall’estero o il cittadino che cambia la propria abitazione, trasferendosi presso un altro indirizzo all’interno dello stesso territorio comunale, deve presentare per sé e per gli eventuali componenti il proprio nucleo familiare la dichiarazione di residenza all’Ufficio Anagrafe.

Le dichiarazioni di residenza possono essere presentate esclusivamente attraverso una delle seguenti modalità:

  • tramite il portale EGOV all’indirizzo https://egov.ba.it/, entrando nella sezione “Sportello Anagrafe” ed infine selezionando il servizio “DICHIARAZIONE CAMBIO RESIDENZA/ABITAZIONE” dove si dovrà accedere tramite identità digitale SPID;
  • presentandosi ad uno dei CAF convenzionati CONSULTA L’ELENCO;
  • presentandosi presso l’Anagrafe Centrale, in corso Vittorio Veneto n. 4, previo appuntamento ottenuto contattando telefonicamente l’URP al numero 080.5238335 durante l’orario d’ufficio, consegnando il modello ministeriale della dichiarazione di residenza (disponibile presso la suddetta sede, presso l'URP e scaricabile in fondo alla presente scheda) compilato, sottoscritto da tutti i componenti del nucleo familiare maggiorenni e completo di tutti gli allegati.
    N.B. Giornalmente verranno accettate al massimo dodici istanze in orario antimeridiano e sei il giovedì pomeriggio (tra iscrizioni anagrafiche e cambi di abitazione).
  • Via pec, via e-mail o per posta raccomandata: il modello ministeriale compilato, sottoscritto e completo degli allegati può essere inoltrato ai recapiti indicati alla voce “Dove”

In seguito all’approvazione del D.L. 47/2014 per la lotta all’occupazione abusiva, il richiedente deve dichiarare il titolo (proprietà, locazione, comodato, etc.) in base al quale occupa legittimamente l’abitazione (pagina 4 del modello ministeriale).  Qualora il dichiarante non fosse in possesso di un valido titolo di occupazione dell’alloggio o in caso di aggregazione a nuclei familiari già residenti, il proprietario dell’immobile deve compilare un’apposita dichiarazione in cui afferma di essere a conoscenza della richiesta di residenza (allegato 2). Il proprietario sottoscrive la dichiarazione, allegando copia del documento di riconoscimento.

Nel caso si tratti di alloggi di edilizia popolare, occorrerà presentare il titolo di assegnazione dell’alloggio o l’autorizzazione all’ampliamento del nucleo familiare rilasciati dall’Ente gestore

DOCUMENTI DA ALLEGARE

  • copia del documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente e delle persone maggiorenni che trasferiscono la residenza, con l'obbligo per questi ultimi di sottoscrivere il modulo ministeriale;
  • Titolo di assegnazione/ampliamento dell’alloggio popolare rilasciato dall’Ente gestore (solo nel caso di trasferimento in alloggio popolare);
  • Dichiarazione di assenso del proprietario all’occupazione dell’alloggio (Allegato 2) compilato e sottoscritto dal proprietario di casa con copia del documento d’identità dello stesso (solo nel caso in cui non si sia dichiarato il titolo, proprietà, locazione, comodato, etc., in base al quale si occupa legittimamente l’abitazione compilando la pagina 4 del modello ministeriale o in caso di aggregazione a nuclei familiari già residenti) 


N.B. Se nell'abitazione dove si vuole trasferire la residenza risiede un'altra famiglia, il dichiarante dovrà indicare gli estremi di un componente maggiorenne di tale famiglia compilando lo spazio a pagina 3 del modulo ministeriale specificando se esista, o meno, un vincolo di qualche tipo (parentela, coniugio, etc.). In tal caso è oppor tuno allegare all’istanza anche una dichiarazione di conoscenza del soggetto già residente, accompagnata dalla fotocopia del documento di identità dello stesso.

CITTADINI STRANIERI

  1. Il cittadino di uno Stato non appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell' allegato A) del modulo ministeriale.
  2. Il cittadino di uno Stato appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell' allegato B) del modulo ministeriale.
Gratuito
  • Iscrizione anagrafica e cambio di abitazione: 2 giorni lavorativi. A partire dal terzo giorno è già possibile ottenere i certificati di residenza e di stato di famiglia, limitatamente alle informazioni dichiarate, mentre tutti gli altri documenti di anagrafe potranno essere ottenuti dall’ottavo giorno dalla data di dichiarazione resa.
  • Completamento dell'iter procedurale: 45 giorni.

NOTA BENE: Qualora entro il termine dei 45 giorni non vengano comunicati dal Comune al cittadino eventuali requisiti mancanti o gli esiti negativi degli accertamenti svolti, il cambio di residenza o di abitazione s’intende accolto. Opera cioè il silenzio-assenso.

Legge 1228/1954;
D.P.R. 223/1989;
Legge n. 35/2012
D.L. 47/2014 art. 5