Indietro

CERTIFICATO DI CONVIVENZA

CERTIFICATO DI CONVIVENZA
È il certificato che attesta la convivenza di fatto tra due persone. Si intendono per «conviventi di fatto» due persone che siano:
  • maggiorenni;
  • unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale;
  • residenti nel Comune di Bari e coabitanti allo stesso indirizzo;
  • non vincolate tra loro da rapporti di parentela, affinità o adozione;
  • non unite, tra loro o con terzi, da matrimonio o da unione civile.

Questo certificato può essere sostituito da una dichiarazione sostitutiva di certificazione o autocertificazione, ai sensi e per gli effetti dell’art. 46 D.P.R. 445/2000.  
I certificati anagrafici di cittadini residenti nei comuni transitati in ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente) possono essere rilasciati da qualsiasi Comune subentrato.

AVVISO EMERGENZA COVID-19

A seguito della chiusura degli sportelli di certificazione presenti nella sede centrale della Ripartizione Servizi Demografici in largo Fraccacreta n. 1 e nelle sedi delegazionali, il servizio di rilascio certificazione anagrafica e di stato civile sarà erogato esclusivamente online.
Le richieste potranno essere inviate tramite email all’indirizzo pec anagrafe.comunebari@pec.rupar.puglia.it (abilitato alla ricezione anche di mail ordinarie).

 

Alla mail dovranno essere allegati:

  • modulo di richiesta compilato e sottoscritto;
  • copia del documento di riconoscimento del richiedente, in corso di validità;
  • ricevuta di pagamento dell’importo di € 16,60 (di cui € 16 per la marca da bollo ed € 0,60 per diritti di segreteria), per il certificato in carta legale;
  • ricevuta di pagamento dell’importo di € 0,35 per diritti di segreteria, per il certificato in carta libera.

Le modalità per effettuare il pagamento e i casi per cui è prevista l'esenzione sono consultabili alla voce COSTI

Per ricevere informazioni sulle modalità di richiesta dei certificati l'interessato potrà  rivolgersi agli uffici URP, contattando i numeri 080/ 5772390- 2391 o, in alternativa, inviando una e-mail all'indirizzo: anagrafe.comunebari@pec.rupar.puglia.it
N.B. l'URP non potrà fornire informazioni sullo stato dell'arte delle pratiche in via di definizione. In questo caso, la persona interessata potrà richiedere informazioni esclusivamente via e-mail all'indirizzo: anagrafe.comunebari@pec.rupar.puglia.it

La richiesta del certificato si effettua direttamente allo sportello.
La persona interessata, munita di documento d’identità in corso di validità, può rivolgersi agli Uffici Anagrafìci del Comune di Bari, sia nella sede centrale di Largo Fraccacreta che in tutte le delegazioni demografiche decentrate attive.

Se l’interessato è impossibilitato a recarsi, personalmente o tramite delegato, direttamente presso gli sportelli, potrà trasmettere la richiesta anche a mezzo mail, in tal caso dovrà necessariamente compilare l’istanza su apposito modulo, scaricabile a questo link, da inoltrare esclusivamente al seguente indirizzo pec: anagrafe.comunebari@pec.rupar.puglia.it   (Tale indirizzo è abilitato a ricevere sia mail che pec)

Alla richiesta si dovrà allegare copia del documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità, unitamente alla ricevuta di pagamento (vedi sezione COSTI)

N.B. Eventuali solleciti pervenuti prima del 20° giorno lavorativo non saranno presi in considerazione.
 

VALIDITA'
6 mesi dalla data del rilascio. Oltre detto termine, il documento è comunque valido se l’interessato dichiara e sottoscrive, in fondo allo stesso certificato, che le informazioni in esso contenute non hanno subito alcuna variazione.
 

NOTA BENE: 
Ai sensi della legge 183/2011 (legge di stabilità 2012) dal 1° gennaio 2012 gli uffici pubblici non possono richiedere nè rilasciare certificati da esibire ad altre Pubbliche Amministrazioni, nonchè ai Gestori di Pubblici Servizi (Enel, Telecom, ACI, ecc.).
Le Pubbliche Amministrazioni ed i Gestori di Pubblici Servizi sono infatti obbligati ad accettare dai cittadini e, pertanto, a richiedere loro, in sostituzione dei certificati anagrafici, l’autocertificazione o dichiarazione sostitutiva di certificazione, favorendo la decertificazione voluta dalla legge.
Gli Ufficiali Comunali di Anagrafe potranno quindi rilasciare i certificati solamente ad uso privato. A tal fine non potranno essere rilasciati certificati da presentare ad altre Pubbliche Amministrazioni.

 

I certificati anagrafici sono rilasciati esclusivamente in bollo a cui si aggiungono i costi dei diritti di segreteria e rimborso stampati, come di seguito indicato:
  • imposta di bollo €. 16,00;
  • €. 0,60 per diritti di segreteria e rimborso stampati   
 
CASI DI ESENZIONE
In caso di esenzione, spetta al soggetto richiedente dichiarare il relativo uso ed indicare la norma di riferimento che dispone il diritto di esenzione, in quanto l’esenzione non può essere presunta dall’operatore del servizio anagrafico.
Il costo per il rilascio dei certificati anagrafici in esenzione è di €. 0,35 per diritti di segreteria e rimborso stampati.
Di seguito, si riportano alcuni dei principali casi di esenzione, relativi ai certificati anagrafici, previsti dalle norme vigenti:
 

Uso

Riferimento normativo

Imposto di bollo

Diritti di segreteria 

Processuale (certificati da produrre nel procedimento) 

Art. 18 D.P.R. 115/2002

ESENTE

€ 0.35

Circ. Ag. Entrate n. 70/E del 14/08/2002

Adozione, affidamento, tutela e affiliazione di minori

DPR 642/72         Tab. All. B  art. 13 

ESENTE

ESENTE 

L. 184/83 art. 82

Interdizione, inabilitazione amministrazione di sostegno (certificati da produrre nel procedimento)

DPR 642/72   

ESENTE

€ 0.35

Tab. All. B art. 13

Finanziamenti al medio e lungo termine (durata superiore ai 18 mesi) già concessi e la loro esecuzione, modificazione ed estinzione

DPR 601/73 art. 15

ESENTE

€ 0.35

Certificati rilasciati per pratiche di scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio (divorzio)

Legge 74/87 art. 19

ESENTE

ESENTE

Notifica di atti giudiziari

Art. 18 D.P.R. 115/2002

ESENTE

€ 0.35

Ris. Ag. Entrate n. 24/E del 18/04/2016

Gratuito patrocinio: estremi del decreto di ammissione

D.P.R. 115/2002 art. 18

ESENTE

€ 0.35

Liquidazione e pagamento delle pensioni estere

DPR 642/72   

ESENTE

€ 0.35

Tab. All. B art. 9 

 
NOTA BENE: l’utilizzo di certificati rilasciati in esenzione da bolli, per fini diversi da quelli indicati sul certificato, equivale a evasione fiscale e comporta la responsabilità del richiedente, consistente nel pagamento dell’imposta e delle relative sanzioni previste dalle legge.
 
MODALITA’ DI PAGAMENTO
 
Il pagamento può essere effettuato esclusivamente in una delle seguenti modalità:
 

1. Attraverso i Servizi PagoPA

Per effettuare il versamento la persona interessata si deve collegare al portale PlugandPay del Comune di Bari e selezionare dall'elenco il servizio per il quale si vuole effettuare il pagamento:

  • Certificati rilasciati con bollo

Oppure

  • Certificati in carta semplice

Inserire i DATI DEL PAGAMENTO nel primo form e successivamente, nel form sottostante, iserire i "DATI DEL CONTRIBUENTE DEBITORE"
Al termine della procedura sarà possibile pagare:

  • direttamente online con carta di credito o debito, conto corrente o “altri metodi di pagamento” (Satispay, Paypal o altre app dedicate) facendo click sul pulsante PAGA ORA
    oppure
  • presso uno sportello fisico (banca, posta, tabaccheria) con l'avviso di pagamento generato facendo click sul pulsante STAMPA.
     

In entrambi i casi il sistema invierà una email contenente la ricevuta dell'avvenuto pagamento, all'indirizzo di posta elettronica indicato dal cittadino.

 

2. Direttamente presso gli sportelli dell'anagrafe con il POS 

  • Richiesta effettuata presso lo sportello:  rilascio immediato
  • Richiesta trasmessa a mezzo mail: entro 30 gg. dal ricevimento dell’istanza