Indietro

Notificazioni, Deposito e Ritiro atti presso la Casa Comunale

Notificazioni, Deposito e Ritiro atti presso la Casa Comunale
Presso la Ripartizione Segreteria Generale sono incardinati l’Ufficio Notifiche e la Casa Comunale.
L’Ufficio Notifiche cura la notificazione degli atti delle strutture comunali nonché delle amministrazioni terze.
Presso la Casa Comunale, invece, viene effettuato il deposito degli atti e dei provvedimenti notificati ai sensi e per gli effetti degli artt. 140 e seguenti del c.p.c. ovvero ai sensi dell' art. 60 del D.P.R. 600 del 29 settembre 1973 e art 26 del D.P.R. 602 del 29 settembre 1973, nonché in tutti gli altri casi previsti dalla normativa vigente.  

NOTIFICAZIONE DI UN ATTO

Per la notificazione di un atto, la struttura comunale o l’amministrazione esterna che lo ha adottato lo fa pervenire all'Ufficio Notifiche, almeno quindici giorni antecedenti la data di scadenza della notifica richiesta, unitamente ad una nota accompagnatoria, redatta secondo i modelli allegati a seconda che si tratti di struttura comunale o amministrazione esterna (allegato A per le strutture comunali, allegato B per le amministrazioni terze). Il procedimento è descritto ai paragrafi 2.5 e 2.6 delle “Linee Guida sul il funzionamento dei servizi di notificazione e del deposito e ritiro degli atti presso la Casa Comunale del Comune di Bari”.

DEPOSITO ATTI PRESSO LA CASA COMUNALE

Per il deposito degli atti presso la Casa Comunale, i pubblici ufficiali che effettuano le notificazioni (ad es. gli ufficiali giudiziari, gli agenti di polizia, i messi comunali, i messi del Giudice di Pace, i messi speciali dell’Amministrazione finanziaria, i vigili urbani etc.) li depositano mediante consegna in busta chiusa e sigillata ai sensi dell’art. 137 del Codice di Procedura Civile, unitamente ad una nota di deposito, redatta secondo il modello di cui all’allegato C, in duplice esemplare e sottoscritta dal depositante. Il procedimento è descritto al paragrafo 3.3 delle “Linee Guida sul il funzionamento dei servizi di notificazione e del deposito e ritiro degli atti presso la Casa Comunale del Comune di Bari”.

RITIRO ATTI DEPOSITATI PRESSO LA CASA COMUNALE (ISTRUZIONI PER IL CITTADINO)

Per il ritiro degli atti depositati presso la Casa Comunale il destinatario deve esibire di un documento d'identità valido e consegnare all’addetto l'avviso di deposito rilasciato dal messo comunale o dall’ufficiale giudiziario o dall’agente di riscossione o dall’ufficiale postale. Al momento del ritiro il destinatario firma per ricevuta sull’apposito registro.
E' possibile delegare al ritiro una terza persona (la delega può essere redatta secondo il modello allegato D). Il procedimento è descritto al paragrafo 3.6 delle “Linee Guida sul il funzionamento dei servizi di notificazione e del deposito e ritiro degli atti presso la Casa Comunale del Comune di Bari”

Servizio di notificazione: l'amministrazione pubblica richiedente il servizio di notifica rimborsa al Comune di Bari la somma determinata con Decreto adottato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze di concerto con il Ministero dell'Interno. Detta somma è aggiornata periodicamente in virtù di apposito Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze di concerto con il Ministero dell'Interno. Resta fermo l'ulteriore obbligo di rimborso delle spese di spedizione a mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento, secondo le tariffe vigenti.

Ritiro Atti presso la Casa Comunale: gratuito

Servizio di notificazione: Salvo che non venga richiesta la notifica in via d'urgenza, i messi provvedono alla notifica dell’atto entro il termine in esso indicato o previsto a norma di legge (che deve essere anch’esso indicato) o, in mancanza di indicazione in merito, entro 30 giorni dall’arrivo degli atti in ufficio, compatibilmente con il numero degli atti da notificare. In ogni caso i messi dovranno garantire che la notifica degli atti avvenga entro termini tali da garantire la loro piena efficacia.

Ritiro Atti presso la Casa Comunale: la consegna dell’atto avviene immediatamente, salvo il caso in cui il documento sia stato trasferito presso l'archivio di deposito o diversamente archiviato. In tal caso il documento viene consegnato entro il termine massimo di 10 (dieci) giorni lavorativi.