Indietro

MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI IMMOBILE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA DIA CON ATTO DI ASSEVERAMENTO

MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI IMMOBILE: DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA' (DIA) CON ATTO DI ASSEVERAMENTO

Per effettuare dei lavori di manutenzione straordinaria in un immobile (tramezzature interne, fusione di unità immobiliari, sostituzione di impianti elettrici, idrici e fognanti, impianti autonomi di riscaldamento, frazionamento di unità immobiliari che non comporti il cambio di destinazione d’uso, ecc.), la persona interessata deve consegnare la Denuncia di Inizio Attività (D.I.A.) presso la Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Bari.

I lavori da effettuare sono vincolati alla garanzia che non vengano lesi i diritti dei terzi.

La persona interessata deve consegnare alla Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata la D.I.A. insieme all’atto di asseveramento, cioè una dichiarazione in cui si attesta che i lavori da eseguire sono conformi alla normativa vigente. Il proprietario deve affidare la redazione di tale atto ad un professionista di fiducia (architetto, ingegnere, geometra, perito edile) iscritto all’albo di categoria.
L’atto di asseveramento deve essere integrato da un progetto tecnico dettagliato.
I moduli sono scaricabili presso la sezione “Casa Edilizia e Territorio” del sito istituzionale del Comune oppure in distribuzione presso la Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata o presso l’Ufficio Relazioni con il Cittadino. Quando i lavori comprendono anche la realizzazione, la ristrutturazione o l’ampliamento degli impianti termici, la persona interessata deve depositare in duplice copia i progetti esecutivi degli impianti (secondo quanto previsto dal D.Lgs. n. 192/05 e ss.mm.ii.) all’Ufficio Energia e Sicurezza della Ripartizione Edilizia Pubblica e Lavori Pubblici. La persona interessata può ritirare il modulo per la trasmissione dei progetti presso l’Ufficio Energia e Sicurezza della Ripartizione Edilizia Pubblica e Lavori Pubblici o presso l’Ufficio Relazioni con il Cittadino.

Una delle due copie della documentazione viene protocollata e restituita insieme all’attestazione dell’avvenuto deposito che deve essere consegnata alla Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata. Secondo quanto previsto dalla legge n. 662/96, il cittadino può avviare i lavori 30 giorni dopo la presentazione della D.I.A.
Se l’installatore segnala che i lavori rientrano tra i casi previsti dal D.M. n. 37/08  il committente deve trasmettere alla POS Energia e Sicurezza degli Impianti il progetto degli interventi impiantistici  redatto da un professionista di fiducia iscritto all’albo di categoria, tramite  modulo di trasmissione. Il progetto viene presentato in una copia cartacea ed un CD contenente i file in formato PDF e dwg comprensivi delle mascherine timbrate e sottoscritte dal progettista e committente e del modello di trasmissione sottoscritto. Successivamente viene rilasciata copia cartacea timbrata  da conservare in cantiere per le eventuali  ispezioni .


DOCUMENTI DA ALLEGARE:

  • Indicazione dell’impresa a cui sono stati affidati i lavori;
  • Dichiarazione dell’impresa per lo smaltimento dei materiali inerti;
  • Elaborati grafici;
  • Titolo di proprietà;
  • Fotografie;
  • Atto di Asseveramento;
  • DURC (documento unico regolarità contributiva).

 

Scarica i moduli

n. 1 versamento di € 105,00 da effettuare presso la Tesoreria Comunale, o tramite conto corrente postale.