Trasporto scolastico

CRITERI ORGANIZZATIVI DEL  SERVIZIO TRASPORTO SCUOLA DELL’INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1° GRADO. ANNO SCOLASTICO 2017/2018.

 

Art 1. - Descrizione del servizio

Il servizio trasporto scolastico è istituito, su richiesta della singola istituzione scolastica, come intervento diretto a concorrere all’effettiva attuazione del Diritto allo Studio assicurando la frequenza scolastica degli alunni che, a causa della distanza e/o della mancanza di idoneo servizio pubblico di linea, hanno difficoltà oggettive  a raggiungere la sede scolastica più vicina alla loro residenza.

 

Art. 2 – I Bacini di utenza del trasporto scolastico 

Per ogni plesso scolastico, l’Amministrazione Comunale definisce i bacini di utenza del trasporto scolastico (b.u.t.s.).

Il “bacino di utenza del trasporto scolastico” (b.u.t.s.), non coincide con il “bacino territoriale di riferimento” (b.t.r.). Il primo si riferisce alla zona di perimetrazione della città, riferita a ciascuna scuola, in cui ricadono gli utenti idonei a poter usufruire del trasporto scolastico (alunni che, a causa della distanza e/o della mancanza di idoneo servizio pubblico di linea, hanno difficoltà oggettive  a raggiungere la sede scolastica più vicina alla loro residenza). Il secondo si riferisce alla zona territoriale di riferimento per l’iscrizione a scuola, che ciascuna Istituzione scolastica stabilisce annualmente per ciascun plesso.

 

Per gli alunni frequentanti gli Istituti Comprensivi, la frequenza alla scuola di infanzia e/o alla scuola primaria, non determina l'automatica appartenenza al bacino di utenza rispettivamente della scuola primaria e della scuola secondaria di I^ grado del medesimo Istituto Comprensivo. 

Per tali alunni vige il regime tariffario di cui al successivo Art.8.

 

Art. 3 – Servizio di verifica dei Bacini di utenza del trasporto scolastico 

Accedendo al sito istituzionale www.comune.bari.it, sezione AREE TEMATICHE: ASILI NIDO, SCUOLE E POLITICHE GIOVANILI – link: TRASPORTO SCOLASTICO, cliccando su Verifica qui le scuole del tuo bacino di appartenenza è possibile verificare i punti di fermata relativi a ciascun plesso scolastico.

 

Art. 4 – Diritto di accesso al trasporto scolastico 

Hanno diritto al servizio trasporto scolastico gli alunni residenti nel Comune di Bari all’interno del bacino di utenza del trasporto scolastico (b.u.t.s.) della scuola ed oltre le seguenti distanze:

300 metri per le scuole dell’infanzia;

500 metri per le scuole primarie;

1000 metri per le scuole secondarie di I^ grado.

 

Il Piano del Trasporto Scolastico definisce gli itinerari e i punti di fermata per ciascun plesso scolastico. Accedendo al sito istituzionale www.comune.bari.it, sezione AREE TEMATICHE: ASILI NIDO, SCUOLE E POLITICHE GIOVANILI – link: TRASPORTO SCOLASTICO, cliccando su  Verifica il Piano dei trasporti (itinerari e fermate) è possibile verificare i punti di fermata relativi a ciascun plesso scolastico.

Per gli alunni aventi diritto che si iscrivano per la prima volta – entro il termine stabilito dall'Amministrazione -  al servizio trasporto per l'anno scolastico 2017/20018, sarà assegnata la fermata già prevista nel Piano del Trasporto Scolastico e, comunque, una fermata entro  300 metri dall’indirizzo di residenza.

Per gli alunni aventi diritto già iscritti nell'anno scolastico 2016/2017 resta confermato il punto di raccolta già assegnato nel medesimo anno scolastico, fatta salva la facoltà di cui al successivo art.7.

 

Art. 5 – Richieste al servizio per gli alunni non appartenenti al bacino di utenza del trasporto scolastico

Per l’anno scolastico 2017/2018, possono richiedere, altresì, il servizio trasporto scolastico i seguenti alunni.

1. Gli alunni iscritti al quinto anno di scuola primaria, che abbiano già utilizzato il servizio nell'anno scolastico  2016/2017, residenti nel Comune di Bari oltre le distanze di cui al precedente punto  (300 metri per le scuole dell’infanzia; 500 metri per le scuole primarie; 1000 metri per le scuole secondarie di I^ grado) e al di fuori del bacino di utenza del trasporto scolastico (b.u.t.s.) della scuola.

Per tali alunni, il punto di fermata è il medesimo di quello già istituito nell'anno scolastico 2016/2017.

In tal caso, sarà dovuto un supplemento pari al 50% della tariffa di riferimento. Vigono i criteri di esonero e/o riduzione previsti per gli alunni aventi diritto al trasporto.

2. Gli alunni iscritti al primo, al secondo e al terzo anno di scuola di infanzia e secondaria di I^ grado, nonché gli alunni iscritti al primo, secondo, terzo e quarto anno di scuola primaria, residenti  oltre le distanze di cui al precedente punto (300 metri per le scuole dell’infanzia; 500 metri per le scuole primarie; 1000 metri per le scuole secondarie di I^ grado) e al di fuori del bacino di utenza del trasporto scolastico (b.u.t.s.) della scuola. 

La richiesta potrà essere accolta solo laddove l’utente richiedente andasse a completare il carico di corse già attivate, relativamente all’itinerario di riferimento, per gli alunni aventi diritto dell’anno scolastico in corso; in ogni caso, resta fermo l’obbligo di recarsi presso il punto di raccolta appartenente all’itinerario della scuola frequentata, giusta Piano del Trasporto Scolastico in vigore al momento dell’iscrizione. 

L’accoglimento della richiesta comporta: 

 

  • il pagamento della tariffa di € 30,00 per i nuclei familiari con reddito annuo ISEE compreso tra € 0 ed € 30.000,00; non trovano applicazione i criteri di esonero e/o riduzione previsti per gli alunni aventi diritto al trasporto.
  • il pagamento della tariffa di € 45,00 per i nuclei familiari con reddito annuo ISEE compreso tra € 30.000,01 ed € 36.000,00; non trovano applicazione i criteri di esonero e/o riduzione previsti per gli alunni aventi diritto al trasporto.
  • il pagamento della tariffa di € 60,00 per i nuclei familiari con reddito annuo ISEE superiore ad € 36.000,01; non trovano applicazione i criteri di esonero e/o riduzione previsti per gli alunni aventi diritto al trasporto. 

 

 

Art. 6 – Iscrizione al servizio trasporto scolastico

E’ possibile usufruire del servizio di trasporto scolastico solo ed esclusivamente previa  iscrizione al servizio ed esibizione del tesserino.

L’iscrizione al servizio trasporto scolastico deve essere effettuata, da parte del genitore (preferibilmente dal genitore che abbia già fatto l'iscrizione per l'anno scolastico precedente), esclusivamente on line,  entro e non oltre i termini perentori stabiliti dall'Amministrazione Comunale, accedendo dal sito istituzionale del Comune di Bari (www.comune.bari.it).

 

Per poter effettuare l’iscrizione è  necessario:

 

  • procedere alla registrazione sul portale istituzionale del Comune di Bari;
  • accedere, con le credenziali acquisite in fase di registrazione, alla sezione “GUIDA AI SERVIZI” - servizi on line – link: SERVIZIO DI TRASPORTO ALUNNI: ISCRIZIONI E PAGAMENTO – link: ISCRIZIONE AL SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO.

 

Gli utenti interessati a ricevere supporto nella procedura di iscrizione on line, potranno rivolgersi agli operatori a ciò deputati presso i Municipi di appartenenza.

Gli utenti per i quali la procedura di iscrizione abbia avuto buon esito, dovranno - obbligatoriamente - recarsi, entro i termini stabiliti dall'Amministrazione, presso il Municipio di appartenenza per:

 

  • la consegna dell'attestazione  ISEE in corso di validità, dell’originale della ricevuta di versamento e della copia del documento di riconoscimento in corso di validità;
  • il ritiro del tesserino.

 

L'iscrizione al servizio trasporto equivale a piena ed incondizionata accettazione del Piano di trasporto formulato dall'Amministrazione.

Nel caso in cui si dovesse accertare l'utilizzo del servizio in assenza della prescritta iscrizione, si procederà all'iscrizione d'ufficio con conseguente applicazione della tariffa massima pari a € 50,00 mensili.

Nel caso in cui, successivamente all'iscrizione, si intendesse non usufruire del servizio, occorrerà presentare, presso il Municipio di competenza, apposita rinuncia scritta.

L’obbligo di pagamento decadrà, esclusivamente, dal mese successivo a quello di presentazione della relativa rinuncia scritta.

 

Art. 7 – Indirizzo di riferimento diverso dall’indirizzo di residenza

E' possibile indicare un indirizzo di prelievo/accompagnamento dell’utente differente dall’indirizzo di residenza (“domicilio”). In tal caso:

 

  • qualora l’indirizzo indicato ricada all’interno del b.u.t.s della scuola scelta, l’assegnazione della fermata avverrà entro i 300 metri dall’indirizzo indicato;
  • qualora l’indirizzo indicato non ricada all’interno del b.u.t.s della scuola scelta, vi sarà l’obbligo di recarsi presso il punto di raccolta appartenente all’itinerario della scuola frequentata, giusta Piano del Trasporto Scolastico in vigore al momento dell’iscrizione;
  • non vi saranno variazioni alla tariffa stabilita sulla base dell’indirizzo di domicilio, bensì la tariffazione rimarrà calcolata sulla residenza.

 

L'Amministrazione si riserva la facoltà di accogliere le predette richieste purchè le stesse non comportino modifiche sostanziali al regolare svolgimento del servizio così come previsto nel Piano del Trasporto Scolastico in vigore al momento dell’iscrizione.

 

Art. 8 – Costo del ticket mensile

Per l’anno scolastico 2017/2018, sono fissate  le seguenti fasce di reddito ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) e le corrispondenti tariffe mensili a carico dell’utenza:

Reddito annuo ISEE Tariffa mensile

Da € 0 a € 6.000,00 € 3,00 (Esonero per gli alunni appartenenti a nuclei familiari che si trovino in una situazione di indigenza                    attestata dai servizi Sociali)

Da € 6.000,01 a € 10.000,00 € 5,00

Da € 10.000,01 a € 15.000,00 € 7,00

Da € 15.000,01 a € 20.000,00 € 10,00

Da € 20.000,01 a € 25.000,00 € 15,00

Da € 25.000,01 a € 30.000,00 € 20,00

Da € 30.000,01 a € 35.000,00 € 35,00

Da € 35.000,01 in poi € 50,00

 

Per usufruire delle tariffe ridotte, occorre – obbligatoriamente – produrre attestazione ISEE in corso di validità  rilasciata con le modalità di cui al D.P.C.M. n. 159/2013 e al  D.M. 7 novembre 2014.

In caso di mancata consegna dell’attestazione ISEE ovvero di attestazione ISEE non in corso di validità ovvero non conforme alla disciplina sopra richiamata, verrà applicata la tariffa massima prevista pari a € 50,00 mensili (salvo le maggiorazioni previste dal precedente Art.5).

L’Amministrazione Comunale potrà procedere a richiamo scritto nei confronti degli utenti che non avranno provveduto al pagamento della tariffa. L'inosservanza del predetto richiamo, comporterà l’esclusione dal beneficio del servizio fermo restando il diritto al recupero, anche coattivo, delle somme risultanti non pagate.

Usufruendo del beneficio della gratuità ovvero del beneficio della tariffa agevolata, trova applicazione l’art. 4 comma 2 del D.Lgs. n°109/1998, e s.m.i., in materia di attivazione della procedura di controllo della veridicità delle informazioni fornite.

Il pagamento del ticket dovrà essere effettuato, in via anticipata,  in due tranche riferite ai periodi ottobre 2017/ gennaio 2018 e febbraio / maggio 2018.

Il pagamento della tariffa  è dovuto anche in caso di mancata fruizione del servizio, qualora non si sia stata presentata formale rinuncia scritta presso il Municipio di appartenenza e/o Ripartizione PEGL.

Non sono previste restituzioni, riduzioni o rimborsi per parziale utilizzo del servizio. 

Eventuali richieste di rimborso potranno essere accolte solo nei seguenti casi:

 

  • variazione degli itinerari nel corso dell’anno scolastico per iniziativa della Civica Amministrazione; in tal caso, il rimborso è riferibile ai mesi successivi a quello in cui è intervenuta la variazione;
  • mancata attivazione del servizio e/o pagamento di un importo maggiore rispetto a quello determinato sulla base delle fasce di reddito approvate dalla Giunta Comunale; in tal caso, il rimborso è riferibile all’intero importo versato;
  • rinuncia al servizio; in tal caso, il rimborso è riferibile ai mesi successivi a quello di presentazione della relativa domanda.

 

 

Art. 8.1 – Criteri di esonero/riduzione delle tariffe

1. Esonero per gli alunni appartenenti a nuclei familiari con attestazione  ISEE in corso di validità, compresa tra € 0 ed € 6.000,00 che si trovino in una situazione di indigenza attestata dai servizi Sociali. Lo status di assistito deve fare riferimento all’anno precedente a quello di presentazione della domanda. 

2. Per gli alunni frequentanti le scuole per le quali l’Amministrazione Comunale disponga, nel corso dell’anno scolastico, il trasferimento presso altra sede, non si procederà all'applicazione della maggiorazione rinveniente dall'eventuale non appartenenza al bacino di utenza  del trasporto scolastico  (limitatamente all’anno scolastico di riferimento).

3. Laddove l'iscrizione ad una scuola non appartenente al bacino di utenza del trasporto scolastico rinvenga dalle condizioni di seguito precisate, si procederà all'applicazione della sola maggiorazione del 50% rispetto al ticket dovuto:

 

  • mancata istituzione del tempo pieno da parte della scuola di appartenenza
  • mancata istituzione di sezioni da parte della scuola di appartenenza.

 

4. Riduzione del 20% del ticket mensile per il secondogenito in famiglie con due figli che usufruiscono contemporaneamente del servizio; la riduzione non verrà applicata in caso di rinuncia al servizio per il primo figlio.

5. Riduzione del 40% del ticket mensile per il terzogenito e successivi figli in famiglie con tre o più figli che usufruiscono contemporaneamente del servizio; la riduzione non verrà applicata in caso di rinuncia al servizio per il primo figlio.

6. In caso di variazione lavorativa di un componente del nucleo familiare cui consegua una variazione della situazione reddituale complessiva  del nucleo familiare superiore del 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell’ISEE calcolato ordinariamente, è possibile produrre l’ISEE CORRENTE. In tal caso si procederà ad assegnare la fascia di agevolazione contributiva corrispondente al valore risultante dall’ISEE CORRENTE, con decorrenza dalla rata in scadenza successiva al giorno di presentazione della relativa istanza, laddove la stessa sia accolta al termine della relativa istruttoria.

 

Art. 9 – Prescrizioni

Il prelievo e l’accompagnamento degli alunni saranno effettuati secondo gli itinerari e i punti di fermata indicati nel Piano di Trasporto Scolastico approvato dall’Amministrazione Comunale.

Accedendo al sito istituzionale www.comune.bari.it, sezione AREE TEMATICHE: ASILI NIDO, SCUOLE E POLITICHE GIOVANILI – link: TRASPORTO SCOLASTICO, cliccando su  Verifica il Piano dei trasporti (itinerari e fermate) è possibile verificare i punti di fermata relativi a ciascun plesso scolastico.

L'iscrizione al servizio equivale a piena ed incondizionata accettazione del Piano di Trasporto Scolastico formulato dall'Amministrazione. Eventuali modifiche potranno essere apportate in conseguenza delle variazioni dell'orario scolastico, delle effettive iscrizioni al servizio e quindi del fabbisogno derivante in termini di itinerari e fermate, dalla apertura/chiusura di nuovi plessi e/o dalla modifica dei bacini.

Modifiche al Piano di trasporto sono previste, anche nel corso dell’anno scolastico, per ragioni legate ad esigenze di razionalizzazione del servizio.

Eventuali richieste di variazione dei punti di fermata potranno essere prese in considerazione, ad insindacabile giudizio dell'Amministrazione Comunale e, comunque, entro l'avvio del servizio, solo se le medesime fermate siano già esistenti nel Piano del Trasporto Scolastico annuale e previa verifica della disponibilità di posto sull'itinerario di riferimento.

L’assegnazione di fermate diverse tra andata e ritorno sarà possibile solo qualora i punti di fermata appartengano al medesimo itinerario.

Gli alunni aventi diritto al trasporto scolastico ovvero quelli per i quali sia stata favorevolmente conclusa l’istruttoria con l’accoglimento della relativa istanza, beneficiano del medesimo servizio anche in orario pomeridiano esclusivamente per lo svolgimento dell’attività didattica prevista nell’ordinario piano dell’offerta formativa.

Per gli alunni che effettuano il tempo pieno ed il rientro settimanale che non intendano usufruire del servizio di refezione istituito dall’Amministrazione Comunale, sarà garantito il prelievo mattutino e l’accompagnamento pomeridiano; i prelevamenti intermedi saranno a cura delle famiglie.

Il servizio di trasporto scolastico potrà essere istituito solo in presenza di un numero di alunni richiedenti il servizio uguale o superiore a 10 per ogni plesso scolastico. 

Tale limite non si pone per gli alunni che risiedano in territori a bassa densità di urbanizzazione e scarsamente accessibili. 

L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di autorizzare il servizio nelle ipotesi in cui, pur non sussistendo il predetto numero minimo di 10 alunni, sia possibile accorpare utenti di diversi plessi, al fine del raggiungimento del prescritto numero minimo per ogni servizio di prelievo e di accompagnamento.

Il servizio sarà effettuato secondo i giorni stabiliti dal calendario scolastico e secondo gli orari di ingresso e di uscita, previo accordo con i Dirigenti degli Istituti scolastici interessati.

Per ragioni legate ad esigenze di razionalizzazione del servizio saranno richiesti orari differenziati per i diversi ordini scolastici. 

Nelle ipotesi di scioperi e/o assemblee sindacali del personale scolastico:

 

  • il servizio trasporto per le scuole dell’infanzia sarà soppresso sia in entrata che in uscita;
  • il servizio trasporto per le scuole primarie sarà effettuato con uscita anticipata di 15 minuti rispetto all’orario dell’assemblea sindacale;
  • il servizio trasporto per le scuole secondarie di I^ grado sarà effettuato con uscita anticipata di 45 minuti rispetto all’orario dell’assemblea sindacale.

 

Il genitore assume ogni responsabilità relativamente al momento precedente la salita e successivo alla discesa dallo scuolabus dell’alunno, assicurando la propria presenza o quella di altra persona maggiorenne, appositamente delegata, alla fermata concordata e all’orario stabilito. In caso di delega, il delegante dovrà produrre apposita richiesta indicante le generalità del delegato, allegando le fotocopie dei documenti di riconoscimento del delegante e del delegato.

Laddove il genitore non ottemperasse all’obbligo di presenza sopra specificato per tre giorni consecutivi, sarà effettuato apposito richiamo scritto. In caso di inosservanza al predetto richiamo scritto, si procederà alla sospensione del servizio in uscita, previa comunicazione alla scuola di appartenenza, oltre alla segnalazione ai competenti Servizi Sociali. 

L’Amministrazione Comunale garantisce la presenza di un assistente su tutti gli scuolabus. Gli assistenti, oltre alle prestazioni di sorveglianza durante il percorso, procedono alla verifica dei tesserini, obbligatori per tutti gli alunni che usufruiscono del servizio trasporto,  curano le operazioni di salita e discesa degli alunni, provvedono all’accompagnamento degli alunni all’ingresso (posto sulla strada principale) delle scuole dopo l’apertura delle stesse e sui marciapiedi dei punti di raccolta al riparo dal traffico veicolare.  

L’Amministrazione Comunale non assume alcuna responsabilità relativamente al momento successivo alla discesa degli alunni davanti all’ingresso delle scuole, nonché al momento relativo all’uscita dalle scuole stesse, fino alla salita sullo scuolabus.

Sono sanzionati, con il ritiro del tesserino, temporaneo o definitivo, i comportamenti degli alunni che, durante la corsa, creano pregiudizio al regolare e sereno andamento del servizio.

Verifica qui le scuole del tuo bacino di appartenenza 

Verifica il Piano dei trasporti (itinerari e fermate) 

Ulteriori informazioni sul servizio sono consultabili all'interno della relativa scheda informativa.