Indietro

Concessione contributi attività culturali e di spettacolo 2019

Concessione contributi attività culturali e di spettacolo 2019

Data di pubblicazione: 11 settembre 2019
Data di scadenza: 10 ottobre 2019
Categoria: Altri avvisi Contributi - Provvidenze economiche diverse

L’Avviso è finalizzato a predisporre una graduatoria di iniziative e progetti culturali e di spettacolo svolti o da svolgersi nel corso dell’anno 2019 esclusivamente nel territorio del Comune di Bari.

L’importo complessivo è pari ad € 410.829,88, da assegnare in base alla graduatoria.

Destinatari

Il presente avviso si rivolge ai soggetti di cui all’articolo 6 del Regolamento comunale n. 92/2016 purché iscritti all’Albo degli operatori culturali e di spettacolo istituito presso il Comune di Bari, ai sensi dell’art. 4 del suddetto regolamento.

Modalità di partecipazione

La domanda, di cui all’Allegato 1, completa della documentazione richiesta documentazione dovrà pervenire, entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12:00:00 del giorno 10.10.2019 esclusivamente a mezzo al seguente indirizzo: cultura.comunebari@pec.rupar.puglia.it ;

Non potranno essere presentati dallo stesso soggetto istante più progetti sia in forma singola che in forma associata.

Commissione di valutazione

I progetti pervenuti saranno esaminati da una Commissione appositamente costituita successivamente alla data di scadenza dell’ avviso.

Criteri di valutazione

La Commissione valuterà i progetti pervenuti secondo i criteri previsti dall’art. 8 del Regolamento comunale n. 92/2016. Saranno ammessi all’assegnazione dei contributi solo i soggetti i cui progetti culturali avranno superato i 60 punti complessivi, di cui minimo 15 punti rispetto al livello di qualità delle attività culturali proposte e minimo 10 punti rispetto alla dimensione quantitativa.

Contatti

Per informazioni e approfondimenti, si prega di contattare la Ripartizione all’indirizzo e- mail:  rip.cultura@comune.bari.it. Ogni eventuale richiesta di chiarimento dovrà pervenire esclusivamente con l’indicata modalità telematica al sopra menzionato indirizzo di posta elettronica entro e non oltre 5 giorni prima della data di scadenza.

Quesiti

  1. D: L'aggiudicazione dei fondi URBIS pregiudica la partecipazione all'avviso pubblico per la concessione dei contributi alle imprese e associazioni culturali per l'anno 2019?
    R: L'aggiudicazione dei fondi URBIS non pregiudica in alcun modo la partecipazione all'Avviso per i contributi 2019, trattandosi di fattispecie diverse. E' dunque possibile risultare assegnatari di un contributo di cui al presente Bando e nel contempo essere assegnatari di fondi URBIS.
    Resta inteso che il progetto da candidare al presente Bando non coincida con la proposta assegnataria dei fondi URBIS.
  2. D: Si chiede conferma se per curriculum del soggetto proponente si intenda la presentazione dell’associazione proponente?
    R: Per Curriculum del soggetto proponente si intende curriculum/ovvero presentazione dell’associazione proponente.
  3. D: E’ possibile, anziché far recapitare la domanda per PEC, spedire il plico cartaceo alla sezione Ripartizione Culture Via Venezia 41?
    R: Come indicato all’art. 3 (che la prescritta documentazione dovrà pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12:00:00 del giorno 10.10.2019 esclusivamente a mezzo PEC) del citato “Avviso pubblico per la concessione dei contributi per l’anno 2019”.
  4. D: Il programma dettagliato delle iniziative che si prevede di organizzare, con indicazioni delle date, dei luoghi e delle risorse umane impiegate, deve riguardare le iniziative future dell’associazione o si riferisce all’evento per il quale si chiede il contributo?
    R: Il programma dettagliato delle iniziative che si prevede di organizzare, con indicazioni delle date, dei luoghi e delle risorse umane impiegate, deve riguardare esclusivamente le iniziative per le quale si partecipa all’avviso pubblico dei contributi anno 2019.
  5. D. Nell’All. 2 B/2, bisogna dare un giudizio generico sulla coerenza tra preventivo e consuntivo di altri progetti realizzati o entrare nel dettaglio?
    R. La coerenza del progetto dovrà essere illustrata in dettaglio secondo quanto ritenuto opportuno.
  6. D. Nell’All. 2 B/3, per capacità in relazione all’ultimo bilancio d’esercizio depositato o rendiconto economico si intende la chiusura positiva del bilancio?
    R. La capacità viene valutata in relazione alla presentazione del bilancio.
  7. D: Nell’all. 2  C/3, la diffusione e il decentramento delle attività progettuali possono essere quelle svolte nelle scuole, Parrocchie e case di accoglienza site nei vari quartieri di Bari?
    R. La capillare diffusione si intende sul territorio del Comune di Bari.
  8. D: Nell’All. 2 C/5 la collaborazione deve essere solo con le Start Up e quali sono le Start Up presenti sul territorio?
    R. La collaborazione, di cui all’All. 2 C/5, è a beneficio di Start Up culturali e creative. Si precisa, ai sensi dell’art. 6 comma 5 del vigente Regolamento Comunale n. 92/2016, che si definiscono Start Up culturali e creative tutti quei soggetti in possesso dei requisiti minimi di inquadramento giuridico e fiscale, costituiti da non più di 48 mesi. L’albo delle Associazioni Culturali è pubblicato sul sito del Comune nell’Area Tematica “Cultura e Turismo” , Sezione “Albi, Elenchi, Progetti…”. 
  9. D: Cosa si intende per coerenza del progetto?
    R. La coerenza di progetto evidenzia la capacità progettuale del soggetto proponente attraverso precedenti progetti.
  10. D: Come si attesta la percentuale di sostegno all’iniziativa attraverso le risorse proprie?
    R. Ove vi siano risorse proprie previste nel budget di progetto, ai fini della corretta tracciabilità dei flussi finanziari, occorre in fase di rendicontazione documentare scrupolosamente tramite attestazioni contabili la natura e fonte delle medesime risorse ovvero la corrispondente uscita di spesa per le quali sono state utilizzate.
  11. D: Per percentuale di cofinanziamento da parte di altri soggetti pubblici ovvero privati, occorre indicare i soggetti pubblici e le quote di compartecipazione?
    R. Occorre indicare in dettaglio i soggetti che cofinanziano come anche gli importi specifici. Il cofinanziamento deve essere attestabile tramite documentazione di comprova (lettere di impegno debitamente sottoscritte o altra attestazione) e dovrà in sede di rendicontazione essere documentato con relativi giustificativi e attestazioni di versamento.
  12. D: Si richiedono precisazioni in merito all’art.6 lettera b) dell’Avviso.
    R. Il contributo, ai sensi dell’art. 10 comma 2 del regolamento n. 92 del/2016, non può essere superiore all’80% del disavanzo.
  13. D: Cosa si intende per cartella nell'all. 2 -2 bis "schema di progetto"?
    R. Una cartella  standard è un foglio di 1.800 battute, suddivise in 30 righe da 60 battute ognuna, dove per battute s'intendono tutti i caratteri digitati, spazi inclusi.                                            

                                                          

Responsabile di procedimento: Marisa Lupelli
Pubblicato da: Ripartizione Culture, Religioni, Pari opportunità, Comunicazione, Marketing territoriale e Sport