Indietro

ATTI DI NASCITA MATRIMONIO E MORTE DEI CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL ESTERO TRASCRIZIONE

TRASCRIZIONE ATTI DI STATO CIVILE (NASCITA, MATRIMONIO, DIVORZIO E MORTE) FORMATI ALL'ESTERO
I cittadini italiani che si trovano all'estero, anche temporaneamente, hanno l'onere di comunicare al competente Consolato italiano gli eventi di stato civile che li riguardano, avvenuti in territorio straniero.
Gli atti di nascita, di matrimonio, di divorzio e morte formati all'estero, riguardanti cittadini italiani, vengono poi inviati dai Consolati ai competenti comuni italiani, per la trascrizione sui registri dello stato civile.
E' comunque possibile, per il privato cittadino che sia in possesso di un atto di stato civile formato all'estero e ne abbia interesse, richiedere direttamente la trascrizione, presentando apposita domanda all'Ufficio dello Stato Civile italiano, che verificherà la sussistenza delle condizioni previste e necessarie.
Esiste inoltre la possibilità anche per il cittadino straniero residente in Italia, di richiedere al proprio comune di residenza la trascrizione degli atti di stato civile che lo riguardano; da tale atto non sarà comunque possibile rilasciare alcuna certificazione se non la copia integrale dello stesso.
 
Nei registri di stato civile del Comune di Bari possono essere trascritti:
  • atti di nascita, se il padre o la madre del nato sono residenti a Bari o iscritti all’AIRE di Bari, o hanno avuto come ultima residenza in Italia il Comune Bari; se il nato, attualmente maggiorenne, è residente a Bari o è iscritto all’AIRE di Bari;
  • atti di matrimonio, se almeno uno dei coniugi è residente a Bari o iscritto all’AIRE di Bari;
  • atti di divorzio, se almeno uno degli ex coniugi è residente a Bari o iscritto all’AIRE di Bari;
  • atti di morte, se il defunto era residente a Bari o iscritto all’AIRE di Bari, o ha avuto come ultimo domicilio in Italia il Comune di Bari.
Prima di richiedere la trascrizione è necessario accertarsi che l’atto non sia già stato trascritto in altro comune italiano.
La trascrizione dell’atto può essere richiesta all’Ufficio dello Stato Civile del Comune di Bari:
  • direttamente dall’Autorità consolare italiana all’estero, che trasmette l’atto da trascrivere (art.17 D.P.R. 396/2000);
  • direttamente dall’interessato, che deve consegnare l’atto da trascrivere completo dei requisiti necessari, previo appuntamento negli orari di apertura al pubblico (presso la sede centrale del Comune di Bari in Largo Fraccacreta).
 
DOCUMENTI DA ALLEGARE
Nel solo caso di richiesta diretta da parte dell’interessato occorre presentare:
  1. un documento di identità in corso di validità;
  2. l’atto da trascrivere completo dei requisiti necessari e, quando previsto, debitamente tradotto  e legalizzato. 
    L’atto di stato civile di cui si chiede la trascrizione deve essere:
  • in originale, corredato da traduzione ufficiale, legalizzazione o Apostille (Convenzione Aja del 5 ottobre 1961). La legalizzazione non è richiesta se l’atto è stato formato in uno Stato aderente a Convenzioni esentative oppure redatto su modello plurilingue se l’atto è stato formato in uno Stato aderente alla Convenzione  di Vienna dell’8 settembre 1976;
  • non contrario all’ordine pubblico italiano.
 
Le richieste provenienti dall’Autorità consolare italiana all’estero non hanno nessun costo.
Sull’istanza presentata direttamente dall’interessato va apposta una marca da bollo da 16,00 Euro.
L’Ufficio riceve la richiesta e valuta la documentazione trasmessa o consegnata. 
L’Ufficiale dello Stato Civile, solamente se l’atto risulta idoneo, procede alla trascrizione. 

 

  • D.P.R. n. 396/2000 (Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile)
  • D.P.R. 28.12.2000 n. 445 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”) art.41 e segg.
  • Convenzioni internazionali
  • Circolari del Ministero di Grazia e Giustizia e del Ministero dell’Interno attinenti ed esplicative.