Indietro

Attribuzione contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2019 - Competenza 2018

Attribuzione contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2019 - Competenza 2018

Data di pubblicazione: 22 novembre 2019
Data di scadenza: 13 dicembre 2019
Categoria: Altri avvisi Contributi - Provvidenze economiche diverse

E' indetto Bando Pubblico di Concorso per l'attribuzione di contributi integrativi per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione.

REQUISITI PER L'AMMISSIONE AL CONCORSO

Al momento della presentazione della domanda il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti, pena la non ammissione al concorso:

a) essere cittadino Italiano ovvero cittadino di uno stato appartenente all’Unione Europea ovvero di essere cittadino extracomunitario.

b) essere stato residente nel Comune di Bari e nell’alloggio oggetto del contratto di locazione nell’anno 2018;

c) aver condotto in locazione un alloggio, nell’anno 2018, a titolo di abitazione principale con contratto regolarmente registrato intestato al richiedente o ad un componente del nucleo familiare ed in regola con l’imposta di registro anno 2018;

d) non avere vincoli di parentela e affinità entro il secondo grado o di matrimonio con il locatore (genitori, nonni, suoceri, generi e nuore, fratelli, cognati, figli, nipoti etc.);

e) reddito annuo del nucleo familiare, conseguito nell’anno 2018, rientrante entro i valori di seguito indicati:

- fascia a): reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore all'importo di €.13.192,92, rispetto al quale l'incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14%;
- fascia b): reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore all'importo di €.15.250,00, rispetto al quale l'incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 24%.

Tale reddito va considerato al netto delle riduzioni previste dall’art. 3 comma 1 punto e) della legge regionale n.10/14, riferito all'art. 21 della legge n. 457/78 e successive modificazioni ed integrazioni (il reddito complessivo del nucleo familiare è diminuito di €.516,46 per ogni figlio a carico; qualora alla formazione del reddito complessivo concorrano redditi da lavoro dipendente, questi, dopo la predetta detrazione, sono calcolati nella misura del 60%).

f) per chi dichiara reddito ZERO e/o nei casi in cui l’incidenza del canone annuo sul reddito, imponibile per la fascia a) e convenzionale per la fascia b), sia stata superiore al 90%, nell’istanza deve essere obbligatoriamente compilata:
- la dichiarazione del richiedente che attesti di aver fruito di assistenza dai Servizi Sociali del Comune per l’anno 2018, oppure
- la dichiarazione del richiedente relativa alla fonte accertabile del reddito che ha contribuito al pagamento del canone per l’anno 2018, oppure
- una autocertificazione dello stesso che attesti la veridicità del sostegno erogato. Tale autocertificazione, oltre ad essere corredata dalla copia del documento di identità del dichiarante, dovrà anche riportare l’ammontare del reddito complessivo percepito dall’intero nucleo familiare di appartenenza nell’anno 2018, che deve risultare congruo rispetto al canone versato dal richiedente il contributo.

È  ritenuto congruo il reddito dell’intero nucleo familiare del soggetto che ha fornito sostegno economico, rispetto al canone versato dal richiedente il contributo, qualora:

-         il reddito dell’intero nucleo familiare del soggetto che ha fornito sostegno economico sia superiore ad €.13.192,92= (importo pari alla somma di due pensioni minime INPS – anno 2018);

-         se ricorre la condizione di cui al precedente punto f1), il canone di locazione non sia superiore al 30% dei redditi complessivi dei nuclei familiari del richiedente e del soggetto che ha fornito sostegno economico;

g) non essere titolare, così come nessun altro componente il nucleo familiare, relativamente all’anno 2018, di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione, in tutto il territorio nazionale, su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, fatto salvo il caso in cui l’alloggio sia accatastato come inagibile oppure esista un provvedimento del Sindaco che dichiari l’inagibilità ovvero l’inabitabilità dell’alloggio;

h) non essere titolare, così come nessun altro componente il nucleo familiare, di assegnazione in proprietà di alloggio realizzato con contributi pubblici, ovvero con finanziamenti agevolati, in qualunque forma concessi dallo Stato o da enti pubblici, sempre che l’alloggio non sia perito o inutilizzabile, relativamente all’anno 2018;

i) non aver richiesto, in sede di dichiarazione dei redditi dell’anno 2018, la detrazione dei redditi d’imposta prevista per gli inquilini di immobili adibiti ad abitazione principale con contratto stipulato ai sensi della legge n. 431/98.

 

MODALITA' DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di partecipazione, pena l'esclusione, dovrà essere compilata su apposito modulo disponibile in allegato e distribuito presso:
- lo Sportello Agenzia per la Casa c/o Ripartizione Patrimonio - P.O.S. Edilizia Residenziale Pubblica – Viale Archimede 41/A – Bari;
- le sedi di tutti i Municipi;
- l’Ufficio Relazioni con il Cittadino – via Roberto da Bari – Bari;
- le sedi dei sindacati dell’inquilinato.

La domanda, compilata in tutte le sue parti, dovrà contenere, pena esclusione:
- firma del richiedente;
- fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità;
- i concorrenti che dichiarano reddito ZERO, e/o casi in cui l’incidenza del canone annuo sul reddito sia superiore al 90%, dovranno compilare la documentazione richiesta al punto f) del presente bando;
alla domanda va allegata documentazione contente le indicazioni relative alla scelta del proprietario circa l’applicazione del regime della cedolare secca (art. 3 del D.Lgs. 23/2011);

La domanda di partecipazione, in busta chiusa, deve essere inviata ESCLUSIVAMENTE per raccomandata A/R, indirizzata a Agenzia per la Casa – Ripartizione Patrimonio – Viale Archimede 41/A – 70126 Bari e deve riportare la seguente dicitura “BANDO CONTRIBUTO ALLOGGIATIVO – COMPETENZA 2018” - “NON APRIRE”, entro e non oltre il 13 dicembre 2019. Farà fede il timbro postale di spedizione.

E’ possibile la presentazione per via telematica mediante un indirizzo personale di posta elettronica certificata (PEC) ovvero di un proprio delegato alla trasmissione, all'indirizzo pec: patrimonio.comunebari@pec.rupar.puglia.it, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato .pdf. In caso di invio tramite un delegato, alla PEC deve essere allegato il documento di delega alla trasmissione firmato dal richiedente e il documento di riconoscimento del delegato.

Lo sportello per tutte le opportune informazioni ed assistenza al cittadino sarà disponibile, per tutto il periodo di apertura del bando, presso la Ripartizione Patrimonio - P.O.S. Edilizia Residenziale Pubblica – viale Archimede 41/A – Bari, il lunedì, il mercoledì ed il venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 ed il martedì dalle ore 15,30 alle ore 17,00.

Responsabile di procedimento: Giuseppa Sannicandro
Pubblicato da: Ripartizione Patrimonio