Indietro

Attivati i servizi anagrafici sul nuovo portale del progetto egov2, Di Sciascio: “Grande attenzione alla usabilità dei servizi anche per chi non abbia dimestichezza con il digitale”

Innovazione Tecnologica Servizi Demografici Comunicati stampa

Attivati i servizi anagrafici sul nuovo portale del progetto egov2, Di Sciascio: “Grande attenzione alla usabilità dei servizi anche per chi non abbia dimestichezza con il digitale”

Nell’ambito del progetto Egov2, finanziato con i fondi del Programma Operativo Nazionale (PON) Città Metropolitane 2014-2020 - Asse 1 Agenda Digitale Metropolitana, è stato realizzato il nuovo portale dei servizi online di egovernment, che prevede il potenziamento e il miglioramento dell’offerta dei servizi digitali rivolti a cittadini e professionisti dei 41 Comuni della Città metropolitana di Bari.

Il portale, per ora attivo per il Comune di Bari all’indirizzo egov.comune.bari.it, viene costantemente arricchito con nuovi servizi e nei prossimi mesi sarà esteso agli altri Comuni dell’area metropolitana.

Ai servizi di pagamento integrati con il sistema nazionale Pagopa, già attivi dallo scorso mese di marzo, si aggiungono quindi nuovi servizi anagrafici, come l’istanza di cambio di residenza o la richiesta di certificati anagrafici, attraverso una modalità di fruizione completamente ridisegnata e più semplice rispetto al servizio online sinora disponibile.

Con il nuovo portale di egovernment, inoltre, sarà possibile verificare in tempo reale lo stato di lavorazione delle pratiche all’interno della propria “Scrivania virtuale”, ossia un’area personale dove il cittadino potrà visualizzare in qualsiasi momento il registro delle proprie attività, scadenze, pratiche, pagamenti ed eventuali comunicazioni da parte dell’amministrazione.

A seconda del servizio selezionato, il sistema richiederà adeguata autenticazione (non prevista per i servizi di pagamento) tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE (Carta d’Identità Elettronica) per certificati, istanze e dichiarazioni, come da normativa nazionale. Una volta autenticato, l’utente viene guidato nella compilazione di alcune schermate, fino all’invio finale dell’istanza o al rilascio del certificato, in maniera completamente digitalizzata. Nel caso di cambi di residenza a firma di un unico soggetto, come da recenti normative di semplificazione, non sarà più necessario firmare e allegare una stampa cartacea del modulo compilato.

Tutti i servizi possono essere attivati semplicemente cliccando sul pulsante “Servizio online” all’interno della relativa scheda informativa presente nella sezione servizi del portale comunale (comune.bari.it/servizi). I servizi saranno inoltre raggiungibili anche dalla App IO, dove il Comune di Bari ha già attivato il servizio di avviso di scadenza della carta di identità.

“Il nuovo portale è stato realizzato in modo tale da essere pienamente conforme a tutte le direttive e leggi nazionali in materia di digitalizzazione dei servizi delle pubbliche amministrazioni - dichiara il vicesindaco e assessore all’Innovazione tecnologica Eugenio Di Sciascio -. Abbiamo puntato molto sulla usabilità dei servizi, consapevoli che a volte la tecnologia può introdurre altri ostacoli alle già complicate procedure burocratiche, soprattutto per chi non abbia dimestichezza con il mondo dei servizi digitali. Il percorso intrapreso va avanti in questa direzione, e presto introdurremo strumenti di assistenza automatica al cittadino, i cosiddetti “chatbot”, basati su tecniche di intelligenza artificiale”.

Sempre per andare incontro alle esigenze dei cittadini e recuperare i ritardi accumulati durante i lunghi mesi della pandemia, dal 21 giugno il Comune ha avviato un progetto straordinario per il rinnovo delle carte d'identità dei cittadini in attesa. Per il periodo dal 21 giugno al 31 luglio sono state registrate  9.055 prenotazioni e, solo dal 21 al 30 giugno, gli uffici hanno emesso 3.232 carte d’identità elettroniche.