Progetto MUVT: Programma sperimentale per il rimborso chilometrico

Pubblicato il 15 luglio 2020

Il bando prevede l'estensione del programma sperimentale per il rimborso chilometrico, per cui sarà possibile inoltrare domanda nelle modalità previste dal bando fino a esaurimento dei dispositivi PIN BIKE. Le domande saranno esaminate in ordine cronologico di presentazione.

Proroga scadenza termini

 Possono partecipare al programma sperimentale per il rimborso chilometrico:

  • i beneficiari che hanno acquistato una bicicletta utilizzando l’incentivo del bando M.U.V.T., e che hanno contestualmente fatto esplicita richiesta di partecipazione al Programma sperimentale previsto all’articolo 6 del bando ma non hanno ancora avviato la sperimentazione. Per questi utenti sarà sufficiente recarsi presso gli uffici IVOP [in Via Giulio Petroni, 103, orari 09:00 - 12:00 (lun-ven) e 15:30 - 17:00 (mar e giov.)] e ritirare il kit. Sarà necessario presentare un documento d’identità;
  • i beneficiari dell’incentivo M.U.V.T., che hanno partecipato alle precedenti sessioni della sperimentazione (anche in maniera non continuativa), a seguito di richiesta di ammissione. Per questi utenti non è necessario ripresentare alcuna documentazione, ma sono inseriti nella sperimentazione automaticamente;
  • gli studenti universitari, anche non residenti, ma che sono iscritti a uno dei poli universitari aventi sede nell’area del comune di Bari. Questi utenti dovranno presentare la documentazione richiesta dal bando, unitamente a una fotocopia di un documento che attesti la regolare iscrizione a un corso di studi erogato da uno dei poli universitari presenti nel comune di Bari.

A fronte della proroga, il termine ultimo della fase di sperimentazione del progetto per il rimborso chilometrico, precedentemente fissato al 31/05/2020, è esteso al 31/08/2020.

Informazioni programma sperimentale rimborso chilometrico

Il "Programma sperimentale per il rimborso chilometrico" prevede un rimborso di 0,20 € a km per il tragitto casa-lavoro, e 0,04 € a km per altri tragitti all'interno del confine urbano (relativo a biciclette tradizionali, infatti l'importo scende a 0,10 €/km e 0,02 €/km per biciclette elettriche o a pedalata assistita), fino a un massimo di 1 € al giorno/100 € in 4 mesi.
Il programma prevede, inoltre, un sistema di incentivi basati su premi e classifiche comunali (durata 4 mesi), che distingue tra biciclette tradizionale e elettriche/pedalata assistita, prevedendo un extra-bonus di € 50,00 per i 10 beneficiari che avranno percorso più km con bici tradizionale (fino a un massimo di 100 € nei 4 mesi) o € 100 per i primi 5 beneficiari che avranno percorso più km, al termine dei 4 mesi, con bicicletta elettrica o a pedalata assistita
Per poter partecipare sarà fornito un apposito kit per la certificazione dei km percorsi in bicicletta. Il Kit verrà fornito per le biciclette tradizionali ed elettriche non dotate di sistema di rilevazione, e sarà così composto:

  • Luce led di segnalazione
  • Targa catarifrangente, adattatore valvola per gonfiare le ruote dai benzinai
  • Supporto smartphone da manubrio
  • Un dispositivo tecnologico Bluetooth da montare sulla ruota della bicicletta, indispensabile per il monitoraggio della propria attività
  • App per smartphone (Android versione 5 e successive, iOS) indispensabile per il corretto funzionamento dell’intero sistema
    Quindi, per poter usufruire del rimborso chilometrico l'utente dovrà scaricare l’app, registrarsi e installare il kit tecnologico sulla propria bicicletta di tipo tradizionale, o elettrica non dotata di un sistema di rilevazione.