Indietro

DIVERSAMENTE ABILI: SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI)

DIVERSAMENTE ABILI: SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI)

Il servizio di assistenza domiciliare integrata (ADI) consiste in una serie di interventi finalizzati a mantenere il cittadino nel proprio ambiente di vita, secondo piani individuali programmati, al fine di evitare l’ospedalizzazione. 
Il servizio ADI comprende, oltre alle prestazioni di tipo socio-assistenziale, anche quelle sanitarie di tipo medico, infermieristico, riabilitativo e psicologico che vengono definite dall'UVM (unità di valutazione multidimensionale) ed elencate nel progetto individualizzato (PAI). Si tratta di una prestazione fornita attraverso la complessiva integrazione tra l’assistenza domiciliare sanitaria a carico della ASL e le prestazioni sociali a carico del Comune.

CHI: soggetti disabili, di età compresa tra 0 e 64 anni, che si trovano nelle condizioni cliniche tali da richiedere prestazioni di natura socio-assistenziale e sanitaria.

La persona interessata o un suo familiare può presentare richiesta, redatta sull’apposito modulo, in una delle sedi della Porta Unica di Accesso (PUA).


DOCUMENTI DA ALLEGARE

  • Proposta del Medico di Medicina generale o Pediatra di libera scelta
  • Attestazione di handicap ai sensi  della Legge 104/1992 e verbale della commissione medica attestante la condizione di invalidità;
  • ISEE ordinario del nucleo familiare (nel caso di prestazioni sociali agevolate rivolte a minori di 18 anni)
  • ISEE ristretto socio-sanitario in caso di disabili adulti (18 – 64 anni)
  • Autocertificazione attestante l’impossibilità dei familiari o conviventi a garantire in modo adeguato la cura del soggetto richiedente
  • Copia del documento d’identità del cittadino disabile
  • Eventuale nomina di amministratore di sostegno o di tutore
  • Eventuale provvedimento del tribunale dei minori.

L' utente partecipa alle spese in base alla situazione reddituale  secondo i criteri previsti dal disciplinare del servizio. 

La persona interessata riceverà una comunicazione dall’ufficio comunale  relativa al pagamento da effettuare e all’importo dovuto. Nel documento troverà l’Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV), con questo codice sarà possibile recarsi direttamente presso uno sportello abilitato (posta, banca, tabaccheria, etc.) o procedere con il pagamento online.
Sarà possibile pagare online sulla piattaforma MyPay compilando la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco. Una volta inserite tutte le informazioni necessarie e obbligatorie, si potrà procedere con il pagamento.
Il sistema invierà una email contenente il link per procedere con il pagamento, all'indirizzo di posta elettronica indicato dal cittadino. 

 

N.B. Si può accedere alla prestazione anche con la misura regionale BUONI DI SERVIZIO PER DISABILI E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI secondo le indicazioni fornite dalla Regione Puglia negli avvisi pubblici di riferimento.

  • Regolamento Regione Puglia n. 4/2007 art.88;
  • Art.53 Regolamento decentramento istituito dai Municipi;
  • Legge Regionale 19/2006;
  • Legge 104/92