Indietro

SALMA CUSTODIA TEMPORANEA IN DEPOSITO-FRIGO PRESSO LE NECROPOLI

SALMA: CUSTODIA TEMPORANEA IN DEPOSITO-FRIGO PRESSO LE NECROPOLI
Prima di procedere alla tumulazione in loculo o cappella, oppure alla inumazione sotto terra, la salma va tenuta 24 ore in osservazione (oppure 48 ore, se la morte è dubbia) presso il deposito frigorifero della Necropoli del Comune di Bari.
La salma viene trasferita presso il deposito a cura della ditta di onoranze funebri di fiducia (il servizio di onoranze funebri a cura del Comune di Bari è temporaneamente sospeso).
Dopo il periodo di osservazione, si procede alla zincatura della doppia cassa, solo in caso di tumulazione.
Se il defunto non ha parenti, il servizio si attiva di ufficio a cura dei Servizi Sociali del Comune. Nel caso in cui il soggetto non sia stato identificato, l’inumazione potrà avvenire solo su autorizzazione del giudice che, in caso di indagini in corso, potrebbe pervenire anche oltre le 48 ore.
In casi eccezionali i feretri potranno essere depositati in celle frigo nella Necropoli di Bari, se disponibili,   per periodo di un mese, al costo di €. 200,00 e per ogni mese successivo al primo o frazione, al costo di €. 70,00

I parenti affidano l’espletamento della pratica all’agenzia funebre di fiducia.


DOCUMENTI DA ALLEGARE:

  • Certificato necroscopico del medico che ha constatato il decesso, da presentare al Comune presso gli Uffici di Stato Civile. Questi uffici rilasciano il certificato di sepoltura da consegnare alla Necropoli.
  • Ricevuta del versamento di € 120,00*, dovuti solo in caso di tumulazione -oltre i diritti sanitari.


*Costi che subiscono l’adeguamento Istat ogni anno.

  • € 120,00* da pagare a mezzo c/c postale n. 18298703 intestato alla Tesoreria comunale di Bari (solo per la tumulazione).
  • In casi eccezionali i feretri potranno essere depositati in celle frigo nella Necropoli di Bari, se disponibili,   per periodo di un mese, al costo di €. 200,00 - per ogni mese successivo al primo o frazione, al costo di € 70,00.

*Costi che subiscono l’adeguamento Istat ogni anno.