Indietro

IMPIANTI TECNOLOGICI INSTALLAZIONE DI NUOVI IMPIANTI IN EDIFICI ESISTENTI

IMPIANTI TECNOLOGICI: INSTALLAZIONE DI NUOVI IMPIANTI IN EDIFICI ESISTENTI.

La persona che intende far realizzare nella propria abitazione, o in qualunque altra unità immobiliare, nuovi impianti o adeguare o sostituire gli impianti esistenti (elettrici, elettronici, gas, idricosanitari, antincendio, ascensori) deve affidare l’incarico solo ad Imprese abilitate secondo il D.M. n. 37/08  e regolarmente iscritte alla Camera di Commercio provinciale.
Prima dell’affidamento dell’incarico deve controllare, dal “certificato dei requisiti tecnico-professionali” rilasciato dalla Camera di Commercio, che l’impresa sia abilitata, secondo il D.M. n. 37/08 , alla esecuzione e/o manutenzione degli impianti che dovrà realizzare secondo le norme tecniche vigenti.
Al termine dei lavori, l’Impresa deve consegnare alla persona committente la “dichiarazione di conformità al D.M. n. 37/08 ”.

CASI  PREVISTI :

L’obbligo di redazione del progetto da parte di un professionista abilitato secondo i vigenti ordinamenti professionali e’ previsto nei seguenti casi :

 

  1. impianti elettrici  per tutte le utenze condominiali e per utenze domestiche di singole unità abitative aventi potenza impegnata superiore a 6 kW o per utenze domestiche di singole unità abitative di superficie superiore a 400 mq;
  2. impianti elettrici realizzati con lampade fluorescenti a catodo freddo, collegati ad impianti elettrici, per i quali è obbligatorio il progetto e in ogni caso per impianti di potenza complessiva maggiore di 1200 VA resa dagli alimentatori;
  3. impianti elettrici  relativi agli immobili adibiti ad attività produttive, al commercio, al terziario e ad altri usi, quando le utenze sono alimentate a tensione superiore a 1000 V, inclusa la parte in bassa tensione, o quando le utenze sono alimentate in bassa tensione aventi potenza impegnata superiore a 6 kW o qualora la superficie superi i 200 mq;
  4. impianti elettrici relativi ad unità immobiliari provviste, anche solo parzialmente, di ambienti soggetti a normativa specifica del CEI, in caso di locali adibiti ad uso medico o per i quali sussista pericolo di esplosione o a maggior rischio di incendio, nonché per gli impianti di protezione da scariche atmosferiche in edifici di volume superiore a 200 mc; e) impianti elettronici  relativi agli impianti elettronici in genere quando coesistono con impianti elettrici con obbligo di progettazione;
  5. impianti  termici  dotati di canne fumarie collettive ramificate, nonché impianti di climatizzazione per tutte le utilizzazioni aventi una potenzialità frigorifera pari o superiore a 40.000 frigorie/ora;
  6. impianti  di adduzione gas  relativi alla distribuzione e l'utilizzazione di gas combustibili con portata termica superiore a 50 kW o dotati di canne fumarie collettive ramificate, o impianti relativi a gas medicali per uso ospedaliero e simili, compreso lo stoccaggio;
  7. impianti di protezione antincendio  se sono inseriti in un'attività soggetta al rilascio del certificato prevenzione incendi e, comunque, quando gli idranti sono in numero pari o superiore a 4 o gli apparecchi di rilevamento sono in numero pari o superiore a 10.

 

Gli impianti termici a servizio di singole  unità immobiliari o a servizio di edifici condominiali  sono sempre soggetti a trasmissione del progetto presso il Comune ai sensi dell’art. 28 della Legge n. 10/91 e reg. attuazione e del D.Lgs. n. 192/05 e ss.mm.ii.

DOCUMENTI DA ALLEGARE:

Procedure per  P.d.C. , denuncia di inizio attività, S.C.I.A. o C.I.A:

La persona che ha commissionato i lavori deve depositare, in duplice copia, presso l’Ufficio P.O.S.  Energia e Sicurezza degli Impianti:

 

  • Modulo di trasmissione compilato in duplice originale;
  • Progetto degli impianti tecnologici  ( relazione tecnica , elaborati grafici, schemi, relazione probabilita’ scariche atmosferiche, ecc.) , una  copia cartacea ( che verra’ restituita timbrata)  e una copia in formato elettrico ( supporto CD con  tutti  gli elaborati come  files in formato PDF, comprese  le mascherine timbrate e formate e   il modulo di trasmissione contenente i timbri e le firme).

 

Procedure per la denuncia di inizio attività, S.C.I.A, C.I.A.  di installazioni di impianti elettrici non soggetti a progettazione secondo  il D.M. n. 37/08 :

La persona che ha commissionato i lavori deve depositare copia della planimetria dell’intervento e copia della relazione che descrive gli interventi da eseguire all’ufficio Energia e Sicurezza degli Impianti. Successivamente, tale ufficio rilascia il nulla-osta al procedimento, poiché gli interventi non sono soggetti al deposito del progetto.

Nei casi che non rientrano tra quelli suindicati il progetto deve essere sempre redatto dall’Impresa installatrice e allegato alla dichiarazione di  conformita’  al D.M. n. 37/08.

 

SCARICA IL MODULO (modulo mod.1 Modulistica Impiantistica Moduli dell'Ufficio Energia )