Indietro

DIVERSAMENTE ABILI: SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD)

DIVERSAMENTE ABILI: SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD)

Il Servizio di assistenza domiciliare disabili (SAD) è una prestazione socio-assistenziale che non afferisce all'area sanitaria. Questo tipo di assistenza prevede una serie di interventi forniti al cittadino a supporto della vita quotidiana, al fine di favorirne la permanenza nell’ambiente domestico, evitando il ricorso al l'istituzionalizzazione.

Il servizio di assistenza domiciliare prevede interventi di tipo domestico 
(aiuto nel governo casa), aiuto personale (cura e igiene del disabile), accompagnamento presso presidi e servizi.

CHI: soggetti disabili non autosufficienti o con ridotta autosufficienza, di età compresa tra 0 e 64 anni , non bisognosi di assistenza sanitaria che vivono soli o in nuclei familiari che per condizioni particolari di disagio non sono in grado di prestare assistenza.

La persona interessata, o un suo familiare, deve presentare la propria richiesta presso la sede del Segretariato Sociale del Municipio di appartenenze.

DOCUMENTI DA ALLEGARE:

  • Attestazione di handicap ai sensi  della Legge 104/1992 e verbale della commissione medica attestante la condizione di invalidità;
  • ISEE ordinario del nucleo familiare (nel caso di prestazioni sociali agevolate rivolte a minori di 18 anni)
  • ISEE ristretto socio-sanitario in caso di disabili adulti (18 – 64 anni)
  • Autocertificazione attestante l’impossibilità dei familiari o conviventi a garantire in modo adeguato la cura del soggetto richiedente
  • Copia del documento d’identità del cittadino disabile
  • Eventuale nomina di amministratore di sostegno o di tutore
  • Eventuale provvedimento del tribunale dei minori.
L' utente partecipa alle spese in base alla situazione reddituale, secondo i criteri previsti dal disciplinare del servizio. 
Si può accedere alla prestazione con la misura Regionale “BUONI DI SERVIZIO per disabili e anziani non autosufficienti” secondo i tempi e le modalità indicati dalla Regione Puglia negli avvisi pubblici di riferimento.
  • Regolamento Regione Puglia n. 4/2007 art.87;
  • Art.53 Regolamento decentramento istituito dai Municipi;
  • Legge Regionale 19/2006;
  • Legge 104/92