Indietro

DIVERSAMENTE ABILI: INSERIMENTO IN CENTRO DIURNO INTEGRATO PER IL SUPPORTO COGNITIVO E COMPORTAMENTALE DI SOGGETTI AFFETTI DA DEMENZA

DIVERSAMENTE ABILI: INSERIMENTO IN CENTRO DIURNO INTEGRATO PER IL SUPPORTO COGNITIVO E COMPORTAMENTALE DI SOGGETTI AFFETTI DA DEMENZA

Il centro diurno integrato per le demenze è una struttura socio-sanitaria a ciclo diurno, finalizzata all’accoglienza di soggetti in condizione di non autosufficienza che, per il loro declino cognitivo e funzionale, esprimono bisogni che non possono essere gestiti a domicilio per l’intero arco della giornata. 
Il centro pianifica le attività in base alle esigenze dell’utenza e assicura l’apertura per almeno otto ore al giorno, per sei giorni a settimana, dal lunedì al sabato. La frequenza di ciascun utente viene definita nel Piano di Assistenza Individualizzato (PAI). 

CHI: Il centro è destinato a soggetti affetti da demenza, associata o meno a disturbi del comportamento, non affetti da gravi deficit motori, gestibili in regime di semiresidenzialità e capaci di trarre profitto da un intervento integrato.
Non possono essere accolti nel Centro gli utenti affetti da:

  • malattia psichiatrica (es. schizofrenia, …);
  • demenza di grado avanzato, tale da non consentire il ciclo semiresidenziale;
  • disturbi del comportamento di entità tale da compromettere lo svolgimento delle attività del centro.

La persona interessata ad usufruire del servizio, o un suo familiare, deve presentare la propria richiesta presso una delle sedi della Porta Unica di Accesso (PUA). Il modulo per la richiesta di accesso deve essere firmato dal beneficiario o, se impedito alla firma (illetterato o per patologia), da TUTTI i figli e dal coniuge o dal tutore/amministratore di sostegno

DOCUMENTI DA ALLEGARE

  • verbale di invalidità ai sensi della Legge 104/92 – Indennità di accompagnamento;
  • proposta del medico di Medicina Generale;
  • documentazione sanitaria recente (ricoveri – visite specialistiche);
  • richiesta Visita Specialistica Neurologica o Geriatrica (demenze);
  • certificazioni e documenti attestanti la storia clinica, scolastica e familiare in caso si tratti di minore in età scolare;
  • copia dell’eventuale delega dell’amministratore di sostegno;
  • attestazione ISEE socio-sanitario;
  • fotocopia della tessera sanitaria;
  • fotocopia documento d’identità.
L’utente partecipa alle spese in base al valore dell’ISEE, secondo i tempi e le modalità determinate dalla misura regionale “Buoni servizi per disabili e anziani non autosufficienti”.
Regolamento Regione Puglia n.4/2007 Art.60 Ter