Indietro

DICHIARAZIONE DI INAGIBILITA DI UNITA IMMOBILIARE

DICHIARAZIONE DI INAGIBILITA' DI UNITA' IMMOBILIARE
La persona proprietaria di unità immobiliari, disabitate ed in condizioni precarie, può richiedere la dichiarazione di inagibilità utile ai fini dell’ottenimento di eventuali esenzioni fiscali.
La Ripartizione Urbanistica e Edilizia Privata, dopo il sopralluogo dei tecnici comunali e l’espressione del parere favorevole, rilascia tale dichiarazione.
I tecnici del Comune verificano se sussistono problemi di natura statica o se sono venuti a mancare i requisiti per l’inagibilità, a causa dimodifiche strutturali successive. Verificano, inoltre, l’assenza delle reti elettrica, idrica e del gas. L’assenza dell’allacciamento alle predette reti non stabilisce il presupposto per ottenere la dichiarazione di inagibilità. Se sussistono condizioni di precarietà igienico-sanitarie, la persona interessata deve inoltrare una domanda di sopralluogo anche agli ispettori sanitari della Azienda Unità Sanitaria Locale BA/4.
Tale ispezione può essere anche richiesta dai tecnici del Comune, se lo ritengono opportuno a seguito del loro accertamento.
La persona interessata deve presentare o spedire una richiesta in carta da bollo alla Ripartizione Urbanistica e Edilizia Privata.
  • due marche da bollo da € 16, una da applicare sulla richiesta e una da unire per il ritiro della dichiarazione.

 

In caso di sopralluogo degli Ispettori Sanitari, versamento su conto corrente postale alla ASL BA secondo le modalità indicate per iscritto alla persona interessata.

Due mesi dalla data di consegna della domanda con il parere favorevole espresso dalla Ripartizione Urbanistica e Edilizia Privata.