Indietro

ALLOGGI COMUNALI DETERMINAZIONE CANONE SOCIALE AGLI ASSEGNATARI

ALLOGGI COMUNALI: DETERMINAZIONE CANONE SOCIALE AGLI ASSEGNATARI

La Legge Regionale n. 10/2014 prevede l'applicazione di canoni di locazione differenziati per gli alloggi di proprietà comunale, in base alla superficie dell'appartamento e al reddito del nucleo familiare.

L’Ente gestore, con cadenza biennale, aggiorna il canone locativo che viene stabilito in relazione ai parametri indicati dalla stessa legge.

 La convenzione del 19/09/2007, stipulata tra il Comune di Bari e l’Istituto Autonomo Case Popolare (ora APC – Arca Puglia Centrale di Bari) prevede che, a far data dal 01/07/2008, i canoni di locazione vengono determinati dall’APC.

L'Ufficio Canoni  del Comune provvede attualmente alle rideterminazioni dei canoni per gli assegnatari e alle determinazioni di canoni per volture e sanatorie fino al 30/06/2008.

Una volta accertati i canoni e le indennità di occupazione mensili, gli occupanti degli alloggi versano gli importi dovuti sui conti correnti postali  n. 89954804 e n. 45034956 intestati al Comune di Bari.


Qualora la persona che occupa l'alloggio comunale subisca una riduzione di reddito successiva all'applicazione del canone, può chiedere la revisione del canone presentando o spedendo una domanda di ricalcolo in carta semplice all'APC – Arca Puglia Centrale di Bari.

Inoltre, i nuclei familiari che non godono di reddito proveniente da lavoro autonomo possono chiedere un'ulteriore riduzione, come previsto dall'articolo n. 30 comma 2 della Legge Regionale n. 10/2014.

 

DOCUMENTI DA ALLEGARE:

  • autocertificazione attestante: composizione del nucleo familiare e reddito dell’intero nucleo familiare.
60 giorni