Baratto amministrativo

COS'È

Il "baratto amministrativo" è un nuovo strumento amministrativo finalizzato ad incentivare la partecipazione attiva da parte dei cittadini alla cura e tutela del bene pubblico, consentendo al contempo la salvaguardia del diritto di ciascun nucleo familiare di preservare le proprie risorse economiche  per i bisogni primari in uno al rispetto delle regole correlate al pagamento dei tributi e/o dei corrispettivi per servizi pubblici resi. L’attività oggetto di “baratto” può essere resa da uno dei componenti del medesimo nucleo familiare purché maggiorenne.

A CHI E' RIVOLTO

E' destinato in via prioritaria a cittadini associati in comunità di cittadini costituite in forme stabili e giuridicamente riconosciute, ed in via subordinata ai singoli cittadini, entrambi titolari di una propria distinta posizione tributaria 2018 e 2019, come previsto dal regolamento comunale approvato in Consiglio Comunale il 26 marzo 2018.  

Sono escluse le associazioni o comunità di cittadini costituite in forme stabili che siano state oggetto di atti/provvedimenti dell'Autorità in relazione al compimento di azioni contrarie all'ordine pubblico.

 

Le aree di intervento sul territorio comunale riguardano:

  • la pulizia, il decoro del verde pubblico e dei giardini nell’ambito del territorio comunale;
  • cura e recupero dei beni comuni, ivi compresa la manutenzione delle aule e/o delle palestre degli edifici scolastici di competenza comunale (es. pitturazione, lavori di piccola manutenzione, ecc.), nonché qualsiasi ulteriore intervento come previsto a titolo esemplificativo all’art. 4 dello stesso Regolamento;
  • proposte di intervento da sottoporre al parere preventivo del Municipio competente.

 

CHI PUO' FARE RICHIESTA DI ADESIONE

Come previsto dall'avviso pubblico (consultabile a questo link), possono inoltrare istanza di adesione al baratto amministrativo i cittadini associati in comunità di cittadini costituite in forme stabili e giuridicamente riconosciute, ed i singoli cittadini (ivi comprese le “ditte individuali” titolari di attività artigianali/commerciali), risultanti titolari di una propria distinta posizione tributaria/debitoria per l’annualità 2018 o per l’annualità  2019, oggetto del “baratto amministrativo”, per un importo annuale non inferiore ad €. 80,00. 

La domanda dovrà essere presentata direttamente presso gli sportelli della Ripartizione Tributi, Corso Vittorio Emanuele n. 113, o trasmessa a mezzo posta certificata all'indirizzo tributi.comunebari@pec.rupar.puglia.it.

Non è prevista una scadenza del termine di presentazione, così da consentire la massima partecipazione possibile da parte dei  cittadini per l’intero arco temporale considerato (2018-2019).  L‘istruttoria delle istanze avverrà nel rispetto dell’ordine cronologico di arrivo e nei limiti dello stanziamento annuale di spesa previsto nel Bilancio di Previsione 2018-2020.

Nel caso in cui l’importo totale delle richieste annuali fosse superiore all’importo complessivo del “baratto amministrativo” stanziato dal Comune, la graduatoria privilegerà le associazioni di cittadini e i cittadini appartenenti alle fasce sociali più deboli ,così come previsto dal Regolamento.

L’Amministrazione Comunale, in ogni caso, si riserva la possibilità di incrementare in corso d’anno lo stanziamento iniziale previsto per tale istituto.