Gestione di acque reflue domestiche e assimilate

Pubblicato il 12 febbraio 2017

Tutti gli scarichi non recapitanti nella rete fognaria devono essere preventivamente autorizzati dall'Ente competente.

Regione Puglia con il Regolamento n. 1/2017 -  pubblicato nel  Bollettino Ufficiale Regionale n. 18 suppl. del 09/02/2016 - ha introdotto "Modifiche ed integrazioni la regolamento regionale del 12 dicembre 2011 n. 26 recante " Disciplina degli scarichi di acque reflue domestiche o assimilate alle domestiche di insediamenti di consistenza inferiore ai 2.000 A.E., ad esclusione degli scarichi già regolamentati dal S.I.I., così come modificato dal regolamento regionale 26 maggio 2016, n. 7"

Regione Puglia con il Regolamento n. 7/2016 - pubblicato nel Bollettino Ufficiale Regionale n. 62 del 26/05/2016 - ha introdotto MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO REGIONALE DEL 12 DICEMBRE 2011 n. 26 RECANTE "Disciplina degli scarichi di acque reflue domestiche o assimilate alle domestiche di insediamenti di consistenza inferiore ai 2.000 A.E., ad esclusione degli scarichi già regolamentati dal S.I.I. ( Attuazione dell' art. 100, comma 3 del D.Lgs 152/06 e SS.MM.II)".

Nella sezione "Allegati" i moduli per l'istanza

 

Responsabile: Giovanni B. Ventrella - P.O.S. Suolo, Sottosuolo e Acque

Contenuti a cura di Giovanni B. Ventrella e Marco A. Tateo - P.O.S. Suolo, Sottosuolo e Acque

Pubblicazione a cura di Marco A. Tateo