Indietro

World Press Photo Bari 2021

Arte e Mostre

World Press Photo Bari 2021

Dal 14 ottobre 2021 al 21 novembre 2021
 World Press Photo Bari 2021

Torna in mostra a Bari nel Teatro Margherita World Press Photo, il concorso di fotogiornalismo più prestigioso del mondo. 

Otto le sezioni: Contemporary Issues, Environment, General News, Long-Term Projects, Nature, Portraits, Sports, Spot News per un totale di 159 foto esposte vincitrici della 64^ edizione della World Press Photo Exibition, allestita ogni anno in oltre 120 città in 50 Paesi del mondo. 

L’immagine vincitrice del titolo World Press Photo of the Year 2021 è stata scattata il 5 agosto 2020, in Brasile, dal fotografo danese Mads Nissen e ritrae il commovente abbraccio tra l’ottantacinquenne Rosa Luzia Lunardi e l'infermiera Adriana Silva da Costa Souza, nella casa di cura Viva Bem, a San Paolo. L’opera immortala la cosiddetta “tenda dell’abbraccio”, l’invenzione che, nella struttura per anziani, ha permesso agli ospiti di abbracciare di nuovo i propri cari dopo che le case di cura del paese avevano chiuso le porte ai visitatori, a seguito dell’esplosione dell’emergenza pandemica. Proprio il Brasile, a causa di un atteggiamento di grande sottovalutazione del rischio di contagio da parte del presidente Bolsonaro, ha chiuso l’anno 2020 con un bilancio tra i più gravi al mondo: 7,7 milioni di casi registrati e 195.000 morti.

È per la prima volta un italiano, di origini baresi, il vincitore della World Press Photo Story of the Year 2021: si tratta del fotografo Antonio Faccilongo, romano di adozione, con il suo progetto fotografico realizzato per Getty Reportage dal titolo Habibi (Amore mio). Le immagini raccontano il coraggio e la perseveranza dei detenuti palestinesi nelle carceri israeliane che desiderano avere figli e che, sottoposti alla negazione di visite coniugali e al divieto di avere alcun contatto fisico, fin dai primi anni 2000 contrabbandano il loro sperma fuori dalla prigione, nascondendolo, ad per esempio, nei regali agli altri figli. Habibi racconta di questo legame con la vita, con la libertà e con il futuro delle famiglie, sullo sfondo di uno dei conflitti più lunghi e complicati della storia moderna.

Ancora, due gli italiani vincitori in altre categorie: primo premio nella sezione Stories – Spot News per Lorenzo Tugnoli, dell’agenzia Contrasto di Ravenna, che ha raccontato l'esplosione, causata da più di 2.750 tonnellate di nitrato d’ammonio ad alta densità, che ha scosso Beirut, il 4 agosto 2020, uccidendo almeno 190 persone, ferendone altre 6.000 e lasciandone sfollate almeno 300.000. Al toscano Gabriele Galimberti, invece, il primo premio nella sezione Stories – Portraits, con uno scatto realizzato nell’ambito di un reportage per National Geographic che racconta, per immagini, un dato semplice quanto agghiacciante: secondo lo Small Arms Survey, la metà di tutte le armi da fuoco possedute da privati cittadini nel mondo, per scopi non militari, si trova negli Stati Uniti. Il numero di armi da fuoco è superiore alla popolazione del Paese: 393 milioni di armi contro i 328 milioni di persone.

Non solo scatti in mostra al Margherita: l’esposizione raccoglie anche i risultati dell'undicesima edizione del World Press Photo Digital Storytelling Contest, che premia i cortometraggi, i documentari e le produzioni interattive. A decretarne i vincitori, una giuria composta da sette importanti narratori digitali ed editori multimediali da tutto il mondo che, quest'anno, hanno selezionato 9 opere tra le 335 in gara. In questi filmati sono documentati e approfonditi temi come del razzismo e dei suoi effetti a lungo termine, gli effetti della deforestazione sulle comunità indigene del Cile, i danni prodotti dall’arrivo dei tifoni sulle città di mare, la condizione della sanità in Nigeria, la vita delle comunità minerarie durante la guerra nell’Ucraina orientale, il percorso delle donne, dalla gravidanza al parto prima e durante la pandemia da Coronavirus.

 

Orari mostra

Lunedì: 16.00 – 22.00

Martedì, Mercoledì e Giovedì: 10.00 – 22.00

Venerdì e Sabato: 10.00 – 24.00

Domenica: 10.00 – 22.00

(La biglietteria chiude 30 minuti prima)

 

Ticket

Ticket intero: € 7,50

Under 25 | Over 65: € 6,00

Giornalisti con tesserino: € 6,00

Guide turistiche con tesserino: € 6,00

Gruppi € 6,00 (min 15 persone)

Martedì universitario: € 5,00

Scuole (scuole secondarie): € 4,00

Ingresso gratuito: Accompagnatore gruppi (min.15 persone), accompagnatore diversamente abile, ragazzi sotto i 12 anni e giornalisti accreditati*

*Per i giornalisti è obbligatorio registrarsi almeno 48h prima presso l’ufficio stampa all'indirizzo: press@worldpressphotobari.it indicando i dati necessari (nome, cognome, testata, email).

 

L’accesso sarà consentito a un numero contingentato di visitatori, finalizzato a garantire un’adeguata distanza interpersonale. All’ingresso sarà misurata la temperatura. I visitatori sono pregati di indossare la mascherina per tutta la permanenza in museo e di mantenere la distanza di sicurezza di 2 metri. Sono previsti erogatori di gel disinfettante a disposizione del pubblico. Viene assicurata la regolare, costante e periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti museali.

Info: ​+ 39 351 145 9819​ | ​info@worldpressphotobari.it
Online ticket​: ​www.liveticket.it/worldpressphotobari
Sito web​: ​www.worldpressphotobari.it
Facebook:​ ​www.facebook.com/worldpressphotobari
Instagram:​ ​www.instagram.com/worldpressphoto_bari
Press​: ​press@​worldpressphotobari.it

 

 World Press Photo Bari 2021