Indietro

Come richiedere il ReI (Reddito d'inclusione) e il ReD (Reddito di dignità)

Altre notizie Lavoro e Orientamento

Come richiedere il ReI (Reddito d'inclusione) e il ReD (Reddito di dignità)

 Come richiedere il ReI (Reddito d‘inclusione) e il ReD (Reddito di dignità)

Dal primo dicembre è possibile richiedere il Reddito d’Inclusione (REI), la misura di contrasto alla povertà nazionale: non si tratta solo di un sussidio economico, ma è un programma di inserimento sociale e lavorativo dedicato alla famiglie più vulnerabili, attraverso lo sviluppo delle competenze.
Per il primo anno la selezionare non si baserà solo sulla situazione economica ma anche sulla composizione del nucleo familiare: tra i requisiti di accesso infatti c’è anche la presenza nel nucleo familiare di almeno un componente minore che successivamente sarà superata.             

Il reddito di inclusione si compone di due parti:

  1. un beneficio economico erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica
  2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale.

Il beneficio è concesso per un massimo per un massimo di 18 mesi, mentre il progetto viene predisposto con la regia dei servizio sociali del Comune di residenza I beneficiari del REI  e sono individuati sulla base dell’ISEE in corso di validità, come si legge nelle slide di presentazione (in allegato) che riportano tutti i criteri e le di accesso.

In Puglia inoltre  è attiva la misura del ReD (Reddito di Dignità) che prevede un beneficio economico della durata massima di 12 mesi, un patto di inclusione sociale e lavorativa attiva, servizi sociali ed educativi per tutti i componenti del nucleo familiare (in particolare buoni servizio per famiglie con minori e/o con persone non autosufficienti).   

In Puglia è attiva la piattaforma regionale unica per la presentazione sia delle domande di accesso ai benefici del ReI che del ReD per le persone i cui nuclei familiari versino in condizioni particolarmente disagiate. In questo modo si assicura l’uguale data di avvio della presentazione delle domande per entrambe le misure.
Le domande, il cui fac simile è disponibile in allegato,  potranno essere presentate dai singoli cittadini, residenti da almeno 12 mesi in Puglia per il ReD, accedendo direttamente con le proprie credenziali, sulla piattaforma regionale, al link www.sistema.puglia.it/reired2018. Se non si possiedono le credenziali si possono generare seguendo la procedura indicata.
La data di presentazione delle domande non dà alcun accesso prioritario al beneficio economico.
Se l’utente non procede in autonomia alla compilazione della domanda on line, potrà attendere la comunicazione  relativa agli “Sportelli di assistenza”, accessibile dalla home page della piattaforma Regionale. I Comuni comunicheranno i riferimenti dei rispettivi segretariati sociali e/o sportelli sociali presso cui sarà attivo il servizio di ricezione delle domande, e l’elenco degli sportelli CAF e Patronato con i quali saranno attivate le convenzioni.
Attraverso la piattaforma  regionale i cittadini pugliesi devono compilare una sola domanda e, in relazione al possesso dei requisiti minimi di accesso, la domanda potrà essere classificata:

  • di accesso al ReI nazionale, se il richiedente ha i requisiti richiesti per il ReI
  • di accesso al ReD regionale, se il richiedente non ha i requisiti ReI ma ha invece i requisiti per accedere al ReD.

Le domande classificate “ReI” saranno trasmesse a partire dall’11 dicembre 2017 per l’istruttoria amministrativa di competenza comunale. Le stesse domande saranno quindi trasmesse sulla piattaforma INPS che è referente per l’istruttoria delle domande, per l’ammissione e la concessione del beneficio economico. I cittadini riceveranno un messaggio, via sms e via e-mail, per l’avvenuta presa in carico da parte dell’ INPS, che da quel momento risponderà sullo stato della procedura.

Le domande classificate “ReD”, saranno invece lavorate dalla piattaforma regionale e dagli uffici comunali in relazione alle diverse fasi dell’ istruttoria. Sarà la piattaforma regionale a rilasciare l’esito ai cittadini interessati.  

Le domande ReD, che possono essere compilate dal 1° dicembre 2017, saranno esaminate a partire dal 1° febbraio 2018, per consentire la valutazione sulla base della dichiarazione sostitutiva unica (DSU) ISEE 2018.

Per informazioni sono attivi gli sportelli del servizio di segretariato sociale presso le Equipe Multidimensionali in via Garruba 51 - 1° piano,  aperto al pubblico il martedì e il giovedì e dalle 15 alle 17,30, e in via Ricchioni 1 (San Paolo) aperto al pubblico il lunedì – mercoledì e venerdì dalle 10 alle 12.